Category Archives: Società e proc. concorsuali

Società cancellata e ultrattività del mandato: la notifica dell’impugnazione va fatta presso il difensore Cass. Civ., Sez. VI, 20/05/2020, n. 9213

CASS. CIV., SEZ. VI, 20/05/2020, N. 9213 «Dal principio dell’ultrattività del mandato, in caso del verificarsi di un evento interruttivo nei riguardi della parte che il difensore della stessa non abbia dichiarato in udienza o notificato alle altre parti, discende la validità della notificazione dell’impugnazione effettuata presso il difensore della parte colpita dall’evento, ai sensi dell’art. 330 c.p.c.,… Read More »

Responsabilità degli amministratori: onere della prova, business judgment rule e sindacabilità delle scelte organizzative Trib. Roma, Sez. Spec. Impr., 08/04/2020

TRIB. ROMA, SEZ. SPEC. IMPR., 08/04/2020 «In tema di responsabilità degli amministratori società di capitali, occorre distinguere tra obblighi gravanti sui medesimi che hanno un contenuto specifico e già determinato dalla legge o dall’atto costitutivo – tra i quali rientra quello di rispettare le norme interne di organizzazione relative alla formazione e alla manifestazione della volontà della società… Read More »

Distrazione di somme da società ammessa al concordato preventivo e bancarotta postfallimentare Cass. Pen., Sez. V, 09/12/2019-03/04/2020, n. 11297

CASS. PEN., SEZ. V, 09/12/2019-03/04/2020, N. 11297 «Il decreto di ammissione di una società al concordato preventivo alla sentenza dichiarativa di fallimento è assimilabile alla sentenza dichiarativa di fallimento in quanto provvedimento che presuppone anch’esso l’accertamento giudiziale dello stato di insolvenza della società, con la conseguenza che l’uscita non autorizzata di somme dalle disponibilità di una società ammessa… Read More »

Cessione d’azienda e fallimento: quando il Fondo di Garanzia può legittimamente non intervenire Cass. Civ., Sez. VI, 23/01/2020, n. 1534

CASS. CIV., SEZ. VI, 23/01/2020, N. 1534 «Posto che il T.F.R. diventa esigibile solo al momento della cessazione del rapporto di lavoro, la circostanza che i ratei maturati fino al momento della cessione d’azienda siano stati (erroneamente) ammessi allo stato passivo nella procedura fallimentare del datore di lavoro cedente non vincola l’istituto previdenziale, il quale in quanto estraneo… Read More »

Strumenti per l’emergenza COVID-19: il piano attestato di risanamento I videoincontri di Ragionando_weblog

L’emergenza COVID-19 ha proiettato la sua ombra sulla vita di tutti, con conseguenze umane e sociali devastanti. Non meno importanti sono stati gli effetti sull’economia nazionale ed internazionale, i cui segni sono ancora appena abbozzati e si manifesteranno nella loro pienezza solo nei mesi a venire. In questo quadro, è sembrato utile dedicare spazio ad alcuni strumenti messi… Read More »

Finanziamenti ex decreto liquidità, attenzione a come si chiedono ed utilizzano: non è il paese dei balocchi

La vera e propria sbronza finanziaria che ha fatto seguito alla pubblicazione del cd decreto liquidità (D.L. 08/04/2020, n. 23) rischia di trasformarsi, dopo che i relativi fumi saranno passati, in un pericolosissimo boomerang. Ed in effetti, le lungaggini burocratico/finanziarie che affliggono l’erogazione di tali finanziamenti e che oggi creano così tante complicazioni, sono, in realtà, in molti… Read More »

Cancellazione di società di capitali e responsabilità dei soci verso i creditori insoddisfatti Cass. Civ., Sez. I, 06/12/2019, n. 31933

CASS. CIV., SEZ. I, 06/12/2019, N. 31933 «In tema di effetti della cancellazione di società di capitali dal registro delle imprese nei confronti dei creditori sociali insoddisfatti, ferma comunque la legittimazione dei soci in quanto successori della società estinta, dei cui debiti essi rispondono secondo lo statuto della propria responsabilità, il disposto dell’art. 2495 c.c., comma 2, implica… Read More »

Crisi di impresa: gli indici dell’allerta elaborati dal CNDCEC Gli indici elaborati da parte del Consiglio Nazionale dei commercialisti

Il sistema dell’allerta Come noto, il Codice della Crisi di impresa e dell’insolvenza (d. lgs. 12/01/2019, n. 14) ha delineato, in linea con quanto previsto dalla direttiva Direttiva UE n. 2019/1023, un complesso sistema dell’allerta finalizzato «alla tempestiva rilevazione degli indizi di crisi dell’impresa ed alla sollecita adozione delle misure più idonee alla sua composizione». Obblighi di segnalazione… Read More »

Società di comodo: è il contribuente a dover giustificare la mancata produzione del reddito Cass. Civ., Sez. VI, 24/10/2019, n. 27352

CASS. CIV., SEZ. VI, 24/10/2019, N. 27352 «In tema di società di comodo, la L. n. 724 del 1994, art. 30, al comma 1, prevede una presunzione legale relativa, in base alla quale una società si considera “non operativa” se la somma di ricavi, incrementi di rimanenze e altri proventi (esclusi quelli straordinari) imputati nel conto economico è… Read More »

La Corte di Giustizia su riorganizzazione d’impresa soggetta a controllo giudiziale e contratti di lavoro in essere C. Giustizia U.E., Sez. III, 16/05/2019, C-509/17

C. GIUSTIZIA U.E., SEZ. III, 16/05/2019, C-509/17 «La direttiva 2001/23/CE del Consiglio, del 12 marzo 2001, concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative al mantenimento dei diritti dei lavoratori in caso di trasferimenti di imprese, di stabilimenti o di parti di imprese o di stabilimenti, e segnatamente gli articoli da 3 a 5, deve essere interpretata… Read More »

Responsabilità risarcitoria dell’amministratore sociale: natura contrattuale e conseguenze sull’onere della prova Trib. Milano, Sez. XV-Impresa "B", 25/10/2019, n. 9709

TRIB. MILANO, SEZ. XV-IMPRESA “B”, 25/10/2019, N. 9709 «La natura contrattuale della responsabilità dell’amministratore sociale consente alla società che agisca per il risarcimento del danno, o al curatore in caso di sopravvenuto fallimento di quest’ultima, di allegare l’inadempimento dell’organo gestorio quanto ai fatti distrattivi, una volta dimostrati, restando a carico del convenuto l’onere di dimostrare l’utilizzazione delle somme… Read More »

Il precetto senza avviso della possibilità di ricorrere al sovraindebitamento non è nullo Trib. Modena, Sez. I, 17/07/2019, n. 1169

TRIB. MODENA, SEZ. I, 17/07/2019, N. 1169 «Il vizio formale del precetto consistente nell’omesso avvertimento di cui all’art. 480 c.p.c., come novellato dal D.L. n. 83/2015, della possibilità di concludere, con l’ausilio di un organismo di composizione della crisi o di un professionista nominato dal giudice, un accordo di composizione della crisi o proporre un piano del consumatore,… Read More »

Liquidazione del patrimonio: possibile riunire le procedure proposte dai componenti dello stesso nucleo familiare Trib. Bergamo, Sez. II, 26/09/2018

TRIB. BERGAMO, SEZ. II, 26/09/2018 «La disciplina di cui alla L. 3/2012 ha quale scopo, tra gli altri, quello di porre rimedio al sovraindebitamento delle famiglie. Ne deriva che la mancata previsione, tra i soggetti che possono accedere alle procedure indicate nella stessa legge, delle “famiglie” non pare ostacolare un’interpretazione estensiva del concetto di “debitore ” anche come… Read More »