Category Archives: Separazione e divorzio

Divisione immobiliare tra coniugi: si deve quantificare l’assegnazione dell’immobile ad uno di essi in ragione della prole? Cass. Civ., Sez. II, 19/10/2021, n. 28871

La questione di cui ci si occupa è se, in sede di divisione giudiziale di un immobile in comproprietà di coniugi separati o divorziati, immobile assegnato in ragione della prole ad uno di essi, nella stima del valore dell’immobile medesimo, si debba o meno  considerare la diminuzione del valore commerciale del cespite in seguito al diritto di godimento… Read More »

Si conferma l’assegno divorzile alla ex coniuge quando l’età e l’inesperienza lavorativa non consentono l’integrazione nel mondo del lavoro; nessuna rilevanza alla sua convivenza con un altro uomo se non vi è un progetto di vita. Cass. civ., sez. VI, 01/10/2021, n. 26682

Si torna a parlare di assegno divorzile e la Sezione Sesta della Suprema Corte, con la sentenza 01/19/2021 n. 26682, che qui si segnala, conferma due principi molto importanti: 1) il diritto del coniuge all’assegno divorzile, quando l’età e l’inesperienza determinano un’incolpevole incapacità lavorativa; 2) ai fini dell’assegno divorzile, o più precisamente ai fini della sua esclusione, non… Read More »

Il costo del coordinatore genitoriale va ripartito tra i genitori come spesa straordinaria Trib. Mantova, Sez. I, 05/05/2017

TRIB. MANTOVA, SEZ. I, 05/05/2017 «Nel caso in cui venga disposto l’affido condiviso, può comunque disporsi che l’andamento dei rapporti familiari venga monitorato da una figura esterna, qual è il coordinatore genitoriale, il costo delle cui prestazioni dovrà essere sopportato dai genitori nella misura prevista per le spese straordinarie» (Massima non ufficiale) Concisa esposizione delle ragioni di fatto… Read More »

Nomina e ruolo del coordinatore genitoriale Trib. Pordenone, Sez. VI, 30/05/2019

TRIB. PORDENONE, SEZ. VI, 30/05/2019 «Nel caso di contrasti tra genitori non riconducibili alla tutela degli interessi del figlio minore, ma piuttosto all’assenza di una seria maturazione di ciascuno dei genitori medesimi si rende necessaria la nomina di una figura di mediazione in qualità di assistente del Giudice che supporti le parti ogni qualvolta si verifichino situazioni di… Read More »

Coordinatore genitoriale: natura della figura e costi del relativo intevento Trib. Catania, 16/12/2019

TRIB. CATANIA, 16/12/2019 «L’invio in coordinazione costituisce un estremo tentativo di mantenere in capo ai genitori la pienezza delle loro responsabilità genitoriali e dell’autonomia decisionale senza limitazioni di alcun tipo o grado, pur garantendo la protezione dei minori coinvolti ad opera degli stessi genitori in prima persona, che possono così esprimere le loro buone capacità cogenitoriali pur con… Read More »

Il difensore deve astenersi dall’intervenire nella gestione dei minori Trib. Pavia, 16/04/2020

TRIB. PAVIA, 16/04/2020 «Il difensore del genitore è estraneo alle dinamiche che si sviluppano nel contesto dei rapporti tra questi e il coordinatore genitoriale e dovrebbe astenersi dal dare indicazioni su temi relativi alla gestione dei minori» (Massima non ufficiale) [Omissis] Per tutte le ragioni sin qui esposte, nonostante alcuni aspetti positivi che la c.t.u. ha rilevato in… Read More »

Affido condiviso ai genitori litigiosi possibile se vi è consenso ad essere seguiti da un coordinatore genitoriale Trib. Pavia, 09/12/2020

TRIB. PAVIA, 09/12/2020 «Anche in presenza di forte confitto tra i genitori può essere accolta la concorde richiesta di affido condiviso dei figli minori laddove le parti abbiano manifestato la disponibilità a essere seguiti da un coordinatore genitoriale» (Massima non ufficiale) MOTIVI DELLA DECISIONE Con sentenza non definitiva in data [Omissis] è già stata pronunciata la separazione dei… Read More »

Il coordinatore genitoriale

E’ per la verità già da qualche anno che esiste la figura del coordinatore genitoriale,1 che, tuttavia, pur essendo strettamente connessa con l’affido condiviso risulta avere scarsa applicazione anche in considerazione delle sue criticità. Va subito chiarito che quella del coordinatore genitorale non è una figura giuridica che trova il proprio fondamento nel dato normativo ma in quello… Read More »

Vessazioni ai danni dell’ex coniuge: stalking o maltrattamenti in famiglia? Cass. Pen., Sez. V, 26/05/2021, n. 20861

CASS. PEN., SEZ. V, 26/05/2021, N. 20861 «Il reato di maltrattamenti in famiglia assorbe quello di atti persecutori quando, nonostante l’avvenuta cessazione della convivenza, la relazione tra i soggetti rimanga comunque connotata da vincoli solidaristici, mentre si configura il reato di atti persecutori, nella forma aggravata prevista dall’art. 612-bis c.p., comma 2, quando non residua neppure una aspettativa… Read More »

L’assenza dal lavoro della moglie durante il matrimonio va considerata nella valutazione dell’assegno divorzile Cass. Civ., Sez. I, 21/05/2021, n. 14044

CASS. CIV., SEZ. I, 21/05/2021, N. 14044 «Nello stabilire e quantificare l’assegno divorzile, l’assenza dal mondo del lavoro da parte della moglie durante gli anni di matrimonio non costituisce esonero per la stessa dall’onere, laddove in età giovanile ed il possesso di un diploma professionale, di cercare un’occupazione che le consenta di rendersi economicamente autonoma, dovendosi, tuttavia, al… Read More »

Il trasferimento di beni tra coniugi in sede di separazione consensuale è sottoposto a revocatoria fallimentare Cass. Civ., Sez. I, 21/05/2021, n. 14049

CASS. CIV., SEZ. I, 21/05/2021, N. 14049 «L’accordo con il quale i coniugi, nel quadro della complessiva regolamentazione dei loro rapporti in sede di separazione consensuale, stabiliscono il trasferimento di beni immobili, rientra nel novero degli atti suscettibili di revocatoria fallimentare ai sensi degli artt. 67 e 69, L. Fall. non trovando tale azione ostacolo nell’avvenuta omologazione dell’accordo… Read More »

Scelte di vita e riflessi sull’assegno divorzile Cass. Civ., Sez. VI, 18/05/2021, n. 13459

CASS. CIV., SEZ. VI, 18/05/2021, N. 13459 «L’esigenza perequativa assolta dall’assegno divorzile ben può maturare rispetto ad un ménage familiare in cui i coniugi, per esigenze lavorative, si siano trovati a vivere in due distinte città» (Massima non ufficiale) FATTI DI CAUSA E RAGIONI DELLA DECISIONE 1. [Omissis] ricorre con due motivi per la cassazione della sentenza in… Read More »

La controversa PAS ancora in Cassazione: una pronuncia significativa Cass. Civ., Sez. I, 17/05/2021, n. 13217

CASS. CIV., SEZ. I, 17/05/2021, N. 13217 «In materia di affidamento dei figli minori, è stato affermato che il giudice deve attenersi al criterio fondamentale rappresentato dall’esclusivo interesse morale e materiale della prole, privilegiando quel genitore che appaia il più idoneo a ridurre al massimo il pregiudizio derivante dalla disgregazione del nucleo familiare e ad assicurare il migliore… Read More »