Category Archives: Processo civile: in genere

La restituzione delle somme versate dopo la sentenza di primo grado va richiesta necessariamente in appello Cass. Civ., ordinanza 15/03/2021, n. 7144

CASS. CIV., ORDINANZA 15/03/2021, N. 7144 «La richiesta di restituzione delle somme corrisposte in esecuzione della sentenza di primo grado deve essere formulata, a pena di “decadenza”, con l’atto di appello, se proposto successivamente all’esecuzione della sentenza, essendo ammissibile la formulazione della domanda nel corso del giudizio, sino alla precisazione delle conclusioni, soltanto qualora l’esecuzione della sentenza sia… Read More »

Esclusione del socio di cooperativa e domande connesse: competenza del Tribunale delle Imprese Trib. Torino, Sez. Spec. Impr., 08/10/2019, n. 4497

TRIB. TORINO, SEZ. SPEC. IMPR., 08/10/2019, N. 4497 «Ai sensi dell’art. 3, comma 2, D.Lgs. n. 168/2003, il Tribunale delle Imprese è competente, tra l’altro, in materia di rapporti societari relativi alle società cooperative, ivi compresi quelli concernenti l’accertamento, la costituzione, la modificazione o l’estinzione di un rapporto societario. Dunque, nel caso in cui venga chiesto in via… Read More »

Diligenza dell’avvocato: contenuto e onere della prova in giudizio Cass. Civ., Sez. VI, 07/01/2021, n. 56

CASS. CIV., SEZ. VI, 07/01/2021, N. 56 «Nell’adempimento dell’incarico professionale conferitogli, l’obbligo di diligenza da osservare ai sensi del combinato disposto di cui all’art. 1176 c.c., comma 2, ed all’art. 2236 c.c. impone all’avvocato di assolvere, sia all’atto del conferimento del mandato che nel corso dello svolgimento del rapporto, (anche) i doveri di sollecitazione, dissuasione ed informazione del… Read More »

Il termine per la riassunzione della causa dopo il fallimento di un parte decorre dalla conoscenza dell’interruzione Cass. Civ., SS.UU., 07/05/2021, n. 12154

CASS. CIV., SS.UU., 07/05/2021, N. 12154 «In caso di apertura del fallimento, ferma l’automatica interruzione del processo (con oggetto i rapporti di diritto patrimoniale) che ne deriva ai sensi dell’art. 43, comma 3, l. fall., il termine per la relativa riassunzione o prosecuzione, per evitare gli effetti di estinzione di cui all’art. 305 c.p.c. e al di fuori… Read More »

Sezioni Unite: il gratuito patrocinio è compatibile con la distrazione delle spese in favore del difensore Cass. Civ., SS.UU., 26/03/2021, n. 8561

CASS. CIV., SS.UU., 26/03/2021, N. 8561 «La presentazione dell’istanza di distrazione delle spese da parte del difensore di soggetto ammesso al patrocinio a spese dello Stato non costituisce rinuncia implicita al beneficio da parte dell’assistito, attesa la diversa finalità ed il diverso piano di operatività del gratuito patrocinio e della distrazione delle spese – l’uno volto a garantire… Read More »

Il datore di lavoro che contesta la richiesta risarcitoria del dipendente deve provare l’aliunde perceptum Cass. Civ., Sez. Lav., 12/05/2020, n. 880

CASS. CIV., SEZ. LAV., 12/05/2020, N. 8801 «Il datore di lavoro che contesti la richiesta risarcitoria pervenutagli dal lavoratore è onerato, pur con l’ausilio di presunzioni semplici, della prova dell’aliunde perceptum o dell’aliunde percipiendum, a nulla rilevando la difficoltà di tale tipo di prova o la mancata collaborazione del dipendente estromesso dall’azienda, dovendosi escludere che il lavoratore abbia… Read More »

Società cancellata e ultrattività del mandato: il difensore di società estinta tra il deposito del ricorso e la sua pubblicazione può notificarlo e coltivare il giudizio di opposizione Cass. Civ., Sez. I, 20/04/2020, n. 7917

CASS. CIV., SEZ. I, 20/04/2020, N. 7917 «Nel caso di estinzione di società per cancellazione avvenuta tra il momento del deposito del ricorso per decreto ingiuntivo e la pubblicazione di esso, il difensore della società, in forza dell’ultrattività del mandato conferitogli con il ricorso, è legittimato a procedere alla notificazione del decreto ed a costituirsi nel giudizio di… Read More »

Società cancellata e ultrattività del mandato: la notifica dell’impugnazione va fatta presso il difensore Cass. Civ., Sez. VI, 20/05/2020, n. 9213

CASS. CIV., SEZ. VI, 20/05/2020, N. 9213 «Dal principio dell’ultrattività del mandato, in caso del verificarsi di un evento interruttivo nei riguardi della parte che il difensore della stessa non abbia dichiarato in udienza o notificato alle altre parti, discende la validità della notificazione dell’impugnazione effettuata presso il difensore della parte colpita dall’evento, ai sensi dell’art. 330 c.p.c.,… Read More »

Dalla soft law alla legge atipica: la giustizia riparte dalle linee guida Le conversazioni di Ragionando

La normativa emergenziale ricollegata al COVID-19 ha influito in modo importante sull’amministrazione della Giustizia, determinandone, in prima battuta, la pressochè completa paralisi, poi una modesta ripresa su basi telematiche, infine il riavvio a macchia di leopoardo sul territorio delegando ai capi degli uffici il delicatissimo compito di emanare linee guida finalizzate alla regolamentazione dell’attività. Cosa sono le linee… Read More »

Separazione: la liquidazione delle spese processuali nella fase presidenziale In nota a Cass. Civ., Sez.I, 30/04/2020, n. 8432

L’art. 708, ult. comma, cpc prevede, come noto, che: «contro i provvedimenti di cui al terzo comma si puo’ proporre reclamo con ricorso alla Corte d’appello che si pronuncia in camera di consiglio. Il reclamo deve essere proposto nel termine perentorio di dieci giorni dalla notificazione del provvedimento». Dunque, l’ordinanza presidenziale, contenente i provvedimenti urgenti e provvisori, può… Read More »

Giustizia e coronavirus: interessante esperienza di Torino

In tempo di coronavirus, come noto, anche la Giustiza ha dovuto e deve modificare le proprie regole e lo svolgimento delle proprie attività. Un’esperienza che ci semrba interessante è quella del Foro di Torino ove, il Consiglio dell’Ordine unitamente al Tribunale locale, ha varato diversi protocolli da valere sino alla ripresa delle udienze (ad oggi fissata per tutta… Read More »

Coronavirus: perché non si celebrano le udienze in materia di famiglia?

L’emergenza Coronavirus in Italia ha costretto i cittadini a tante limitazioni di diritti e di possibilità di agire. Tra queste c’è anche quello di celebrare le udienze per tutelare i propri diritti in giudizio. La normativa mergenziale ed in particolare il D.L. 08/03/2020, n. 11, il D.L. 17/03/2020, n. 18 conv. in L. 24/04/2020, n.27, prevedono la sospensione… Read More »

A Vercelli separazioni e divorzi consensuali senza udienza (al tempo del coronavirus)

Nella situazione emergenziale dettata dal coronavirus, nonchè in esecuzione dei (vari) provvedimenti governativi che sono in merito intervenuti e che ‘sospendono’ le udienze civili (nel momento in cui si scrive sono sospese fino all’11 maggio 2020), il Tribunale di Vercelli unitamente al locale Consiglio dell’Ordine degli avvocati, in data 31/03/2020, ha approvato un Protocollo per procedere alle separazioni… Read More »