La bozza del d.l. green pass dipendenti Il testo approvato dal C.d.M. del 16/09/2021

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA VISTI gli articoli 77 e 87 della Costituzione; VISTI gli articoli 32 e 117, secondo e terzo comma, della Costituzione; VISTO l’articolo 16 della Costituzione, che consente limitazioni della libertà di circolazione per ragioni sanitarie; VISTO il decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, recante… Read More »

Il crocefisso nelle scuole Cass. Civ., SS.UU., 09/09/2021, n. 24414

La questione del crocefisso nelle scuole è arrivata – addirittura – davanti alle Sezioni Unite della Cassazione attraverso l’impugnazione di una sanzione disciplinare inflitta al docente che toglieva il crocefisso al suo ingresso in aula e lo rimetteva al termine della sua lezione. La Suprema Corte, nella forma delle Sezioni Unite ha censurato la predetta sanzione disciplinare sul… Read More »

Protezione umanitaria: valutazione comparativa e rilievo dell’integrazione sul suolo nazionale Cass. Civ., SS.UU., 09/09/2021, n. 24414

CASS. CIV., SS.UU.,09/09/2021, N. 24413 «Ai fini del riconoscimento della protezione umanitaria, occorre operare una valutazione comparativa della situazione soggettiva e oggettiva del richiedente con riferimento al Paese di origine, in raffronto alla situazione d’integrazione raggiunta nel paese di accoglienza, senza che abbia rilievo l’esame del livello di integrazione raggiunto in Italia, isolatamente ed astrattamente considerato; con la… Read More »

Parto in anonimato: fermo il diritto alla privacy della madre, va garantito il diritto del figlio alle informazioni sanitarie sulla salute della madre biologica Cass. Civ., Sez. I, 09/08/2021, n. 22497

Riprendiamo le nostre pubblicazioni con una sentenza che ha segnato la pausa estiva appena trascorsa. Infatti, con la sentenza 09/08/2021, n. 22497 che qui si segnala, la Sezione I della Suprema Corte affronta la questione del diritto del nato da parto anonimo ad acquisire informazioni relative alle proprie origini, ribadendo da un lato, in linea con la sentenza… Read More »

Avvocati: esclusa la sospensione necessaria del processo disciplinare in pendenza di giudizio penale per gli stessi fatti Cass. Civ., Sez. Un., 16/07/2021, n. 20384

CASS. CIV., SEZ. UN., 16/07/2021, N. 20384 «In tema di procedimento disciplinare nei confronti di avvocati, la L. n. 247 del 2012, articolo 54 (applicabile dal 1 gennaio 2015) disciplina in termini di reciproca autonomia i rapporti tra tale procedimento e quello penale avente ad oggetto gli stessi fatti, dovendo pertanto escludersi la sospensione necessaria del primo giudizio… Read More »

Promessa del fatto del terzo e mancata assunzione dell’obbligo da parte di quest’ultimo: indennizzo o risarcimento del danno? Cass. Civ., Sez. III, ordinanza 13/05/2021, n. 12897

CASS. CIV., SEZ. III, ORDINANZA 13/05/2021, N. 12897 «L’articolo 1381 c.c. prevede, quale conseguenza della mancata assunzione, da parte del terzo, dell’obbligazione o del mancato compimento del fatto promesso, il pagamento di un indennizzo, diverso dal risarcimento del danno il quale spetta quando il promittente non assolva al proprio compito e cioè non si adoperi con la dovuta… Read More »

Delibazione di sentenza ecclesiastica, convivenza triennale dei coniugi e overruling Cass. Civ., Sez. I, 07/07/2021, n. 19271

CASS. CIV., SEZ. I, 07/07/2021, N. 19271 «Deve escludersi che il rigetto della domanda di delibazione, in virtù dell’accertata convivenza triennale dei coniugi dopo la celebrazione del matrimonio comporti una violazione del principio di diritto enunciato dalle Sezioni Unite con sentenza n. 16379 del 2014 (secondo cui la predetta convivenza costituisce una situazione di ordine pubblico ostativa alla… Read More »

L’improvvisa richiesta dei canoni arretrati dopo un lungo periodo di inerzia costituisce abuso del diritto Cass. Civ., Sez. III, 14/06/2021, n. 16743

CASS. CIV., SEZ. III, 14/06/2021, N. 16743 «La buona fede nell’esecuzione del contratto si sostanzia in un generale obbligo di solidarietà che impone a ciascuna delle parti di agire in modo da preservare gli interessi dell’altra, a prescindere tanto da specifici obblighi contrattuali, quanto dal dovere extracontrattuale del “neminem laedere”, ma trova tuttavia il suo limite precipuo nella… Read More »

Danno differenziale: criteri di liquidazione Corte d'appello Roma, Sez. I, 22/04/2021, n. 2957

Ci sono questioni come quella del c.d. danno differenziale, già ostiche e di difficile comprensione per loro natura, che di solito non risultano chiarite nè dal dato normativo, nè da quello giurisprudenziale, nè, ancora, dai contributi dottrinali. Poi, inaspettatamente, capita di imbattersi in una sentenza finalmente chiara e chiarificatrice. Questa è la sentenza 22/04/2021, n. 2957 emessa dalla… Read More »

L’avvocato sospeso deve informare cliente e giudice C.N.F., Parere 08/07/2021, n. 32

C.N.F., PARERE 08/07/2021, N. 32 L’avvocato sospeso è interdetto dall’esercizio della professione, in ogni sua forma. Pertanto, non solo dovrà astenersi dall’effettuare alcuna attività relativa a incarichi in essere – rinunciando pertanto ai medesimi per la durata della sospensione – ma di tale circostanza dovrà necessariamente notiziare tanto l’assistito quanto l’organo giudicante con il quale si relazioni in… Read More »

La restituzione delle somme versate dopo la sentenza di primo grado va richiesta necessariamente in appello Cass. Civ., ordinanza 15/03/2021, n. 7144

CASS. CIV., ORDINANZA 15/03/2021, N. 7144 «La richiesta di restituzione delle somme corrisposte in esecuzione della sentenza di primo grado deve essere formulata, a pena di “decadenza”, con l’atto di appello, se proposto successivamente all’esecuzione della sentenza, essendo ammissibile la formulazione della domanda nel corso del giudizio, sino alla precisazione delle conclusioni, soltanto qualora l’esecuzione della sentenza sia… Read More »

Questioni rilevate d’ufficio: se il G.A. le pone alla base della decisione deve prima provocare il contraddittorio Cons. Stato, Sez. V, 05/07/2021, n. 5119

CONS STATO, SEZ. V, 05/07/2021, N. 5119 «L’art. 73, comma 3, c.p.a. dispone che “se ritiene di porre a fondamento della sua decisione una questione rilevata d’ufficio, il giudice la indica in udienza dandone atto a verbale. Se la questione emerge dopo il passaggio in decisione, il giudice riserva quest’ultima e con ordinanza assegna alle parti un termine… Read More »