Cancellazione di società di capitali e responsabilità dei soci verso i creditori insoddisfatti Cass. Civ., Sez. I, 06/12/2019, n. 31933

CASS. CIV., SEZ. I, 06/12/2019, N. 31933 «In tema di effetti della cancellazione di società di capitali dal registro delle imprese nei confronti dei creditori sociali insoddisfatti, ferma comunque la legittimazione dei soci in quanto successori della società estinta, dei cui debiti essi rispondono secondo lo statuto della propria responsabilità, il disposto dell’art. 2495 c.c., comma 2, implica… Read More »

Il figlio maggiorenne divenuto autosufficiente deve restituire il denaro al genitore In nota a Cass. Civ., Sez. I, 13/02/2020, n. 3659

La decisione Cass. Civ., Sez. I, 13/02/2020, n. 3659 è destinata a fare storia. Sì, perchè, che un soggetto A sia tenuto a restituire il denaro ricevuto dal soggetto B quando non aveva diritto di incassarlo, è normale, è applicazione del generale principio di ripetizione dell’indebito ex art. 2033 cc; ma che il soggetto A sia il figlio… Read More »

Separazione, divorzio e atti traslativi: notaio sì, notaio no. La parola alle Sezioni Unite. In nota a Cass. Civ., Sez. I, 10/02/2020, n. 3089

Gli operatori nel settore sono a conoscenza della complessa querelle esistente intorno alla questione dei trasferimenti immobiliari che i coniugi possono concordare in sede di separazione o di divorzio per risolvere da un punto di vista economico la loro controversia. La questione è particolarmente delicata e controversa perchè esistono – almeno – due orientamenti giurisprudenziali: uno che consente… Read More »

Ancora sulla natura accusatoria del procedimento disciplinare e sull’onere della prova C.N.F., 02/10/2019, n. 88

C.N.F., 02/10/2019, N. 881 «Il procedimento disciplinare è di natura accusatoria, sicché va accolto il ricorso avverso la decisione del Consiglio territoriale allorquando la prova della violazione deontologica non si possa ritenere sufficientemente raggiunta, per mancanza di prove certe o per contraddittorietà delle stesse, giacché l’insufficienza di prova su un fatto induce a ritenere fondato un ragionevole dubbio… Read More »

Crisi di impresa: gli indici dell’allerta elaborati dal CNDCEC Gli indici elaborati da parte del Consiglio Nazionale dei commercialisti

Il sistema dell’allerta Come noto, il Codice della Crisi di impresa e dell’insolvenza (d. lgs. 12/01/2019, n. 14) ha delineato, in linea con quanto previsto dalla direttiva Direttiva UE n. 2019/1023, un complesso sistema dell’allerta finalizzato «alla tempestiva rilevazione degli indizi di crisi dell’impresa ed alla sollecita adozione delle misure più idonee alla sua composizione». Obblighi di segnalazione… Read More »

Il debitore esecutato non può accedere al gratuito patrocinio: Trib. Verona 27/11/2019 Trib. Civ. Verona, Sez. II, decreto 27/11/2019

TRIB. CIV. VERONA, SEZ. II, DECRETO 27/11/2019 «Con riferimento al processo esecutivo, la disciplina dei gratuito patrocinio trova applicazione non in via automatica, ma sulla base di una valutazione da svolgersi caso per caso in ragione della peculiare natura di tale processo e della posizione processuale che ivi assume, in particolare, la parte sottoposta ad esecuzione. Quest’ultima, infatti,… Read More »

L’assegno divorzile e la sua funzione tripartita Cass. Civ., Sez. VI, ordinanza 30/10/2019, n. 27771

CASS. CIV., SEZ. VI, ORDINANZA 30/10/2019, N. 27771 L’assegno divorzile, ed in particolare la sua natura, continua ad essere questione sottoposta alla Corte di legittimità la quale, con la decisione che qui si segnala, coglie l’occasione per confermare il proprio recente orientamento sulla sua funzione tripartita: e cioè assistenziale ed in pari misura compensativa e perequativa. La questione… Read More »

Pace fiscale: chi deposita la domanda di definizione a mezzo posta corre il rischio della tardività Cass. Civ., Sez. VI, ordinanza 06/11/2019, n. 28493

CASS. CIV., SEZ. VI, ORDINANZA 06/11/2019, N. 28493 La Suprema Corte, con l’ordinanza in commento, torna sul tema del deposito di atti giudiziari in cancelleria a mezzo posta e lo fa in una particolare fattispecie concernente la sospensione dei giudizi tributari in corso sino al 31/12/2020 per effetto del deposito in cancelleria, entro il termine ultimo del 10/06/2019,… Read More »

Il rilievo degli elementi esterni nell’interpretazione del contratto collettivo di lavoro Cass. Civ., Sez. Lav., 25/11/2019, n. 30664

CASS. CIV., SEZ. LAV., 25/11/2019, N. 30664 «Nell’interpretazione del contratto collettivo di lavoro – attività riservata al giudice di merito censurabile in sede di legittimità solo per violazione dei canoni ermeneutici o vizio di motivazione – il carattere prioritario dell’elemento letterale non va inteso in senso assoluto in quanto il richiamo contenuto nell’art. 1362 c.c., alla comune intenzione… Read More »

Applicabilità del termine di sei mesi ex art. 1957 c.c. al contratto autonomo di garanzia Trib. Firenze, Sez. III, 12/06/2019, n. 1856

TRIB. FIRENZE, SEZ. III, 12/06/2019, N. 1856 «La clausola di pagamento a semplice richiesta, analogamente a quella a prima richiesta o senza eccezioni, vale di per sé a qualificare il negozio di garanzia in termini di contratto autonomo di garanzia, essendo incompatibile con il principio di accessorietà che caratterizza la fideiussione. In questo quadro, la giurisprudenza maggioritaria, pur… Read More »