Category Archives: Diritto di famiglia==========

Le attribuzioni patrimoniali del convivente sono ripetibili se non sono proporzionate Cass. Civ., Sez. III, 12/06/2020, n. 11303

CASS. CIV., SEZ. III, 12/06/2020, N. 11303 «L’azione generale di arricchimento ha come presupposto la locupletazione di un soggetto a danno dell’altro che sia avvenuta senza giusta causa, sicché non è dato invocare la mancanza o l’ingiustizia della causa qualora l’arricchimento sia conseguenza di un contratto, di un impoverimento remunerato, di un atto di liberalità o dell’adempimento di… Read More »

L’obbligazione sussidiaria del nonno al mantenimento del nipote In nota a Cass. Civ., Sez. VI, 14/07/2020, n. 14951

L’art. 316 bis, 1 comma, cc, che è andato a sostituire ed integrare il vecchio art. 148 cc in punto di obbligo contributivo, dispone: i genitori devono adempiere i loro obblighi nei confronti dei figli in proporzione alle rispettive sostanze e secondo la loro capacita’ di lavoro professionale o casalingo. Quando i genitori non hanno mezzi sufficienti, gli… Read More »

La domanda di rimborso di spese di mantenimento anticipate non può essere decisa nel rito camerale Trib. Roma, Sez. I, decreto 21/04/2017

TRIB. ROMA, SEZ. I, DECRETO 21/04/2017 «La domanda di rimborso delle spese di mantenimento già sostenute può esercitarsi nei limiti degli obblighi gravanti sui genitori in base ai principi di cui all’art. 316-bis c.c., nel senso che è obbligo dei genitori adempiere ai loro doveri nei riguardi dei figli in proporzione alle loro sostanze e capacità di lavoro… Read More »

Abbandono del tetto coniugale e addebito In nota a Cass. Civ., Sez. VI, 23/06/2020, n. 12241

Dall’art. 143 cc discendeno i doveri che si assumono con il matrimonio, tra cui quello della coabitazione. Precisamente: dal matrimonio deriva l’obbligo reciproco alla fedeltà all’assistenza morale e materiale, alla collaborazione nell’interesse della famiglia e alla coabitazione. Ma cosa succede se un coniuge viola il suddetto principio di coabitazione? Anche questa violazione, come del resto quella della fedeltà… Read More »

Violazione degli obblighi di assistenza familiare: nei confronti dei minori lo stato di bisogno si presume Cass. Pen., Sez. VI, 21/01/2020-22/04/2020, n. 12682

CASS. PEN., SEZ. VI, 21/01/2020-22/04/2020, N. 12682 «É principio di diritto consolidato quello a mente del quale nei confronti dei minori, salvo prova contraria, lo stato di bisogno deve ritenersi presunto, essendosi inoltre rilevato come il reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare viene ad integrazione anche nel caso in cui l’altro genitore ovvero i parenti di… Read More »

Quando la riconciliazione impedisce il divorzio In nota a Cass. Civ., Sez. I, 16/06/2020, n. 11636

La riconciliazione tra i coniugi è la condizione ostativa per eccellenza che osta alla dichiarazione di cessazione degli effetti civili del matrimonio concordatario o allo scioglimento del matrimonio civile. Precisamente l’art. 3 della L. 01/12/1970, n. 898 e succ. mod. elenca una serie di ipotesi in cui è possibile chiedere il divorzio precisando tuttavia che: in tutti i… Read More »

Giudizio di delibazione della sentenza di nullità del matrimonio e rilevabilità d’ufficio In nota a Cass. Civ., Sez. VI, 16/06/2020, (ud. 19/02/2020, dep. 16/06/2020), n.11633

Con un nostro articolo dell’11/12/2019 cui rimandiamo, si è trattato del delicato e complesso procedimento di delibazione della sentenza dichiarativa di nullità del matrimonio. Gli aspetti forse più critici di questo procedimento sono, da un lato, l’individuazione delle ragioni di ordine pubblico a tutela delle quali il vaglio da effettuarsi in sede giudizio di delibazione deve ispirarsi e… Read More »

L’obbligo di mantenimento del figlio retroagisce alla data della domanda o, se successiva, dalla cessazione della coabitazione Cass. Civ., Sez. III, 12/05/2020, n. 8816

CASS. CIV., SEZ. III, 12/05/2020, N. 8816 «La decisione del tribunale per i minorenni relativa all’obbligo di mantenimento, ai sensi dell’art. 148 c.c., del figlio naturale da parte del genitore non affidatario retroagisce naturalmente al momento della domanda giudiziale, oppure – se successiva dall’effettiva cessazione della coabitazione, senza necessità di apposita statuizione sul punto. La decisione adottata dalla… Read More »

Ordine di pagamento diretto ex art. 156 c.c. del reddito di cittadinanza Trib. Trani, 30/01/2020

TRIB. TRANI, 30/01/2020 «La definizione normativa del reddito di cittadinanza – che può ben essere utilizzato per i bisogni primari delle persone delle quali il titolare ha l’obbligo di prendersi cura, anche se non fa più parte dello stesso nucleo familiare  –   fa propendere per un suo inquadramento in termini di misura di politica attiva dell’occupazione e, per… Read More »

Il diritto dei nonni di frequentare il nipote è recessivo rispetto a quello del nipote medesimo alla crescita sana ed equilibrata In nota a sentenza Cass. Civ.,Sez. I, 19/05/2020, n. 9145

La previsione codicistica del diritto L’attuale codice civile, per effetto della riforma introdotta con il D.L.vo 28/12/2013, n. 154, riconosce agli ascendenti, i nonni, un diritto ad avere un rapporto significativo con i nipoti minorenni. Precisamente, il diritto è disciplinato all’art. 317 bis cc secondo il quale: «gli ascendenti hanno diritto di mantenere rapporti significativi con i nipoti… Read More »