L’impiego presso l’area tecnica dell’Università è incompatibile con la professione forense Cass. Civ., Sez. Lav., 13/04/2021, n. 9660

CASS. CIV., SEZ. LAV., 13/04/2021, N. 9660 «La disciplina prevista dalla l. n. 339 del 2003, che sancisce l’incompatibilità tra impiego pubblico “part-time” ed esercizio della professione forense, trova applicazione anche nei confronti del personale impiegato presso l’area tecnica dell’Università, atteso che i casi di compatibilità costituiscono eccezioni alla regola generale insuscettibili di estensione, rientrando nella discrezionalità del… Read More »

Questione tributaria e definizione agevolata: le Sezioni Unite Corte Cass, SS.UU., 25/06/2021, n. 18298

Con la pronuncia n. 18298 del 25/06/2021, le Sezioni Unite, a risoluzione di un contrasto, hanno affermato il seguente principio di diritto: «L’impugnazione della cartella di pagamento, con la quale l’amministrazione finanziaria liquida, in sede di controllo automatizzato, ex art. 36 bis del d.P.R. n. 600/1973, le imposte calcolate sui dati forniti dallo stesso contribuente, dà origine a… Read More »

Diffamazione a mezzo stampa: si pronuncia la Corte Costituzionale Tra libertà di manifestazione del pensiero e tutela della reputazione individuale

Con una pronuncia del 22/06/2021, ancora non pubblicata, la Corte Costituzionale si è pronunciata dichiarando l’incostituzionalità dell’articolo 13 della legge sulla stampa (L. 08/02/1948, n. 47) che prevede obbligatoriamente la reclusione da uno a sei anni insieme al pagamento di una multa, nel caso di condanna per diffamazione a mezzo stampa compiuta mediante l’attribuzione di un fatto determinato.… Read More »

Impugnazione del riconoscimento del figlio: incostituzionalità della decorrenza del termine annuale sentenza Corte Costituzionale, 25/06/2021, n. 133

Con la sentenza n. 133 del 25/06/2021, che qui si segnala, la Corte Costituzionale si pronuncia su una questione di particolare delicatezza ed importanza, qual è quella dell’impugnazione del riconoscimento del figlio e ne dichiara l’illegittimità costituzionale. Precisamente, nel corso di un giudizio di impugnazione del riconoscimento del figlio per difetto di veridicità, il Tribunale ordinario di Trento… Read More »

Ammissibilità o meno delle “indagini preliminari” del datore di lavoro nell’esercizio del potere disciplinare

L’inizio del procedimento disciplinare Il datore di lavoro, in presenza di fatti e/o nei casi di violazione degli obblighi contrattuali che giustifichino l’applicazione di sanzioni disciplinari, deve contestare preventivamente l’addebito (fatta eccezione per il rimprovero verbale) e sentire a difesa il lavoratore. La contestazione di addebito come testé riferito va comunicata per iscritto, a pena di nullità, al… Read More »

Nullo il mutuo fondiario che supera il limite di finanziabilità Cass. Civ., Sez. I, 14/06/2021, n. 16776

CASS. CIV., SEZ. I, 14/06/2021, N. 16776 «Avendo riguardo al mutuo fondiario, il limite di finanziabilità fissato, dal D.Lgs. n. 385 del 1993, art. 38, comma 2, è elemento essenziale del contenuto del contratto e il suo mancato rispetto ne determina la nullità (con possibilità tuttavia, di conversione in ordinario finanziamento ipotecario ove ne sussistano i relativi presupposti)… Read More »

Atto di liberalità mediante bonifico bancario dall’estero e imposta sulle donazioni Cass. Civ., Sez. Trib., 17/03/2021, n. 7428

CASS. CIV., SEZ. TRIB., 17/03/2021, N. 7428 «La liberalità realizzata mediante bonifico bancario da un soggetto residente all’estero in favore di un beneficiario residente in Italia, è soggetto ad imposta sulle donazioni solo se il denaro, al momento della liberalità, è presente nel territorio dello Stato italiano. In ipotesi, tale esistenza nel territorio non può presumersi ex art.… Read More »

Trasformazione di snc in srl e responsabilità in proprio dei soci per le obbligazioni pregresse Cass. Civ., Sez. VI, ordinanza 20/05/2021, n. 13772

CASS. CIV., SEZ. VI, ORDINANZA 20/05/2021, N. 13772 «In caso di trasformazione di s.n.c. in s.r.l., la liberazione dei soci illimitatamente responsabili per le obbligazioni pregresse a mente dell’art. 2500 quinquies cod. civ. costituisce un atto di rinuncia del creditore alla garanzia ex lege in cui si sostanzia la responsabilità dei soci delle società in nome collettivo. Trattasi,… Read More »

Vessazioni ai danni dell’ex coniuge: stalking o maltrattamenti in famiglia? Cass. Pen., Sez. V, 26/05/2021, n. 20861

CASS. PEN., SEZ. V, 26/05/2021, N. 20861 «Il reato di maltrattamenti in famiglia assorbe quello di atti persecutori quando, nonostante l’avvenuta cessazione della convivenza, la relazione tra i soggetti rimanga comunque connotata da vincoli solidaristici, mentre si configura il reato di atti persecutori, nella forma aggravata prevista dall’art. 612-bis c.p., comma 2, quando non residua neppure una aspettativa… Read More »

Sulla possibilità per il C.N.F. di integrare la motivazione della decisione disciplinare impugnata C.N.F., 04/12/2020, n. 234

C.N.F., 04/12/2020, N. 234 «La mancanza di adeguata motivazione (nella specie, peraltro esclusa) non costituisce motivo di nullità della decisione del Consiglio territoriale, in quanto, alla motivazione carente, il Consiglio Nazionale Forense, giudice di appello, può apportare le integrazioni che ritiene necessarie, ivi compresa una diversa qualificazione alla violazione contestata. Il C.N.F. è infatti competente quale giudice di… Read More »

L’assenza dal lavoro della moglie durante il matrimonio va considerata nella valutazione dell’assegno divorzile Cass. Civ., Sez. I, 21/05/2021, n. 14044

CASS. CIV., SEZ. I, 21/05/2021, N. 14044 «Nello stabilire e quantificare l’assegno divorzile, l’assenza dal mondo del lavoro da parte della moglie durante gli anni di matrimonio non costituisce esonero per la stessa dall’onere, laddove in età giovanile ed il possesso di un diploma professionale, di cercare un’occupazione che le consenta di rendersi economicamente autonoma, dovendosi, tuttavia, al… Read More »

Cartella di pagamento non notificata e onere di impugnazione del primo atto successivo Cass. Civ., 08/06/2021, n. 15941

CASS. CIV., 08/06/2021, N. 15941 «È principio consolidato quello secondo cui un’intimazione di pagamento riferita ad una cartella di pagamento notificata e non impugnata può essere contestata solo per vizi propri e non già per vizi suscettibili di rendere nulla od annullabile la cartella di pagamento presupposta. Dunque, è legittima l’iscrizione di ipoteca fiscale su un immobile di… Read More »