Tag Archives: fallimento

Il Tribunale di Isernia sui presupposti di fallibilità della società in liquidazione e sull’efficacia dei crediti contestati Trib. Isernia, 06/11/2019

TRIB. ISERNIA, 06/11/2019 «Un credito, anche contestato, ben può essere posto a base di una istanza di fallimento, non essendo necessario che l ‘istante disponga di un titolo esecutivo né che abbia conseguito un accertamento giudiziale definitivo, essendo sufficiente, in sede di istruttoria prefallimentare, che l ‘esistenza del credito sia accertata incidentalmente, anche in presenza di contestazioni del… Read More »

Il creditore insoddisfatto nell’accordo di ristrutturazione può chiedere il fallimento: Trib. Roma 601/2019 Trib. Roma, Sez. XIV, 23/09/2019, n. 601

TRIB. ROMA, SEZ. XIV, 23/09/2019, N. 601 «Con riferimento ai rapporti tra il procedimento di accordo di ristrutturazione dei debiti ex art. 182 bis l. fall. e dichiarazione di fallimento dell’imprenditore che ne sia stato promotore, la legittimazione alla proposizione di istanza di fallimento dell’imprenditore stesso – indipendentemente ed a prescindere dalla pregiudiziale risoluzione dell’accordo – deve riconoscersi… Read More »

Fallimento: il “taglio” delle spese legali deve essere specifico Cass. Civ., Sez. I, 12/01/2018, n. 657

Una recente decisione della Suprema Corte (ordinanza Cass. Civ., Sez. I, 12/01/2018, n. 657) affronta, sia pure sinteticamente, la delicata questione dell’onere di specificazione da parte del giudice allorché questi proceda al “taglio” delle competenze legali al momento della liquidazione di esse. Nella specie, un avvocato aveva impugnato, ex art. 26 L. Fall., il decreto di liquidazione delle… Read More »

Rimborso dei finanziamenti ottenuti da socio nell’anno precedente il fallimento: per l’azione ex art. 2467 c.c. è competente il tribunale fallimentare Cass. Civ., Sez. VI, 24/10/2017, n. 25163

La Suprema Corte è recentemente intervenuta (con l’ordinanza Cass. Civ., Sez. VI, 24/10/2017, n. 25163, che oggi vi proponiamo) su uno dei non pochi dubbi applicativi suscitati dall’art. 2467 C.C.1 e, segnatamente, sul tema della competenza a decidere sull’azione proposta dalla curatela fallimentare di una società per ottenere la restituzione, al ricorrere delle particolari condizioni previste da tale… Read More »

L’art 147 L. Fall. supera il vaglio della Consulta: falliscono in estensione anche i soci di fatto delle società di capitali C. Cost., 06/12/2017, n. 255

Con una recentissima pronuncia (C. Cost., 06/12/2017, n. 255), la Corte Costituzionale interviene sull’art 147, 5° co., L. Fall.1 dichiarandolo costituzionalmente legittimo nella sua interpretazione, costituente «diritto vivente», secondo la quale è consentita l’estensione del fallimento ai soci di fatto illimitatamente responsabili del  fallito emersi successivamente al fallimento anche allorquando il fallito stesso non sia un «imprenditore individuale»,… Read More »