PCT: COMUNICAZIONE URGENTE Interruzione dei servizi e dei depositi telematici dalle ore 14 del 24/12/2015 alle ore 08.00 del 28/12/2015

By | 11/12/2015

Il Ministero della Giustizia con comunicato datato 07/12/2015 della Direzione Generale per i sistemi informatici automatizzati (DGSIA) rende noto che dalle ore 14.00 del 24 dicembre sino alle ore 8.00 del 28 dicembre vi sarà un’interruzione dei servizi telematici.

La ragione del disservizio, si legge nel comunicato, consiste nel fatto che la DGSIA «deve procedere alla migrazione del servizio di posta elettronica certificata (PEC) utilizzato dal Ministero della Giustizia verso il fornitore dei Servizi Pubblici di Connettività».

Di conseguenza nel periodo indicato – ovvero dalle ore 14.00 del 24 dicembre sino alle ore 8.00 del 28 dicembrenon sarà possibile effettuare depositi telematici, tanto da parte di utenti esterni, quali avvocati, quanto da parte di utenti interni, cancellieri e magistrati. Le cancellerie, inoltre, non potranno effettuare comunicazioni/notificazioni telematiche.

Riportiamo di seguito l’elenco dei servizi che non saranno attivi:

  • i seguenti applicativi del settore civile: Sicid, Siecic, Sigp, Portale dei servizi telematici, Reginde, Servizio di verifica certificati, Pagamenti telematici, depositi telematici e connessione ai servizi telematici da parte degli applicativi per i magistrati;
  • i servizi di comunicazione e notificazione da parte degli uffici giudiziari;
  • l’invio e la ricezione di PEC da parte di S.N.T. (salvo quanto oltre precisato);
  • le funzionalità di invio PEC del SIAMM;
  • le funzionalità di fatture elettroniche da parte degli Uffici degli Archivi Notarili;
  • gli applicativi in uso agli uffici UNEP;
  • i servizi di invio e ricezione via PEC del protocollo;.
  • tutte le caselle PEC in uso al Ministero della giustizia (ed alle sue articolazioni), agli Uffici giudiziari di ogni ordine e grado, al Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e al Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità;
  • le caselle PEC assegnate dal Ministero della giustizia al CSM ed alla Scuola Superiore della Magistratura;

La DGSIA, da ultimo, invita tutte le cancellerie e le segreterie degli uffici giudiziari interessati  a limitare al massimo l’invio di comunicazioni e notificazioni telematiche già a partire dalle ore 14 del 23 dicembre. Ciò in quanto, a mente dell’art. 8 del DPR 68/2005 le ricevute di avvenuta consegna possono essere generate nelle ventiquattro ore successive all’invio del messaggio, e di conseguenza che lo spegnimento dei sistemi potrebbe comportare il mancato recapito delle suddette ricevute da parte del gestore PEC del destinatario. Pertanto, nel caso in cui – si legge nel comunicato – «le comunicazioni e le notificazioni eseguite dopo le ore 14 del 23 dicembre non avessero ricevuto esiti è opportuno disporne la rinnovazione».

 

Documenti & Materiali

Leggi la comunicazione della DGSIA del 07/12/2015

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.