Gli avvocati? “Un cancro”

By | 06/02/2014

Ieri sera, navigando in rete, mi sono imbattuto in un articolo de L’Huffington Post che ci riguarda da vicino.

Riporta le dichiarazioni di Davide Serra, il quale, durante un intervento alla London School of Economics, ha testualmente detto che gli avvocati «sono troppi, come un cancro».

Insomma, dopo essere stati definiti, sul suolo patrio, soggetti da “togliersi dai piedi” (così il ministro della Giustizia qualche tempo fa),  oggi gli avvocati italiani vengono internazionalmente dipinti in termini di cellule tumorali diffuse: mai, a memoria, si era arrivati a livelli di tale ostilità nei confronti della nostra categoria.

Personalmente, ho poco da dire al detto Serra e a tutti quelli che la pensano come lui.

Gli avvocati sono professionisti che svolgono una funzione costituzionale fondamentale: la difesa dei diritti dei cittadini.

Un impegno, che, come ci ha ricordato il Presidente del CNF, Guido Alpa, il 24/01/2014 in occasione dell’apertura dell’Anno Giudiziario, viene svolto nella «consapevolezza  che i  riti  e la sapienza  del  diritto  possono  condurre  all’assolvimento  di un ministero, non solo di una semplice prestazione di servizi».

Questo il nostro compito. Tale la nostra funzione. Ciò è quel che facciamo.

E il “cancro” – espressione davvero profondamente offensiva –  non sta certo tra chi, come gli avvocati, presta ogni giorno la propria opera professionale con indipendenza, professionalità ed orgoglio a tutela di chi ne abbia necessità.

Print Friendly, PDF & Email
Avatar
Author: Avv. Luca Lucenti

Avvocato, nato a Pesaro il 20 ottobre 1961. Iscritto all’Albo degli Avvocati di Pesaro dal 1991. Abilitato al patrocinio dinanzi alle magistrature superiori dal 2004. Responsabile di Ragionando_weblog - ISSN 2464-8833

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.