Verso il processo tributario telematico (PTT): il portale della Giustizia Tributaria www.giustiziatributaria.gov.it #ptt


Segnaliamo l’attivazione del portale della Giustizia Tributaria, il sito internet realizzato dal Ministero dell’economia e delle finanze (MEF) come previsto dal decreto del medesimo Ministero dello scorso 4 agosto disciplinante le specifiche tecniche in merito all’uso di strumenti informatici e telematici nel processo tributario.

Ricordiamo, infatti, che l’art. 39, comma 8, del DL 98/2011 aveva introdotto la possibilità di effettuare comunicazioni a mezzo pec nel processo tributario secondo le regole tecniche che sarebbero state stabilite da un apposito decreto ministeriale. Ed, infatti, successivamente, con il decreto 163/2013 il Ministero dell’economia e delle finanze approvava il «regolamento recante la disciplina dell’uso di strumenti informatici e telematici nel processo tributario in attuazione delle disposizioni contenute nell’articolo 39, comma 8». Tale ultimo provvedimento, a sua volta, demandava ad appositi decreti del Ministero dell’economia di

individuare le regole tecnico-operative per le operazioni relative all’abilitazione al S.I.Gi.T., alla costituzione in giudizio mediante deposito, alla comunicazione e alla notificazione, alla consultazione e al rilascio di copie del fascicolo informatico, all’assegnazione dei ricorsi e all’accesso dei soggetti di cui al comma 2 del presente articolo, nonché alla redazione e deposito delle sentenze, dei decreti e delle ordinanze.

Il decreto del 4 agosto, in attuazione del DL 98/2011 prima e, del regolamento poi, ha, come riferito, indicato le attese specifiche tecniche in merito alla fase introduttiva di quel che sarà il processo tributario telematico, con particolare riferimento a:
a) registrazione e accesso al S.I.Gi.T. (Sistema Informativo della Giustizia Tributaria);
b) notificazioni e comunicazioni;
c) costituzione in giudizio;
d) formazione e consultazione del fascicolo informatico;
e) deposito degli atti e documenti informatici successivi alla costituzione in giudizio;
f) pagamento del contributo unificato tributario.

All’art. 3 del citato decreto viene così menzionato il cd.portale della Giustizia Tributaria. Trattasi del portale istituzionale dei servizi telematici della Giustizia Tributaria accessibile all’indirizzo internet www.giustiziatributaria.gov.it. attraverso il quale sarà possibile accedere ai fascicoli e depositare gli atti in via telematica. In sostanza, con le dovute differenze si tratta di una sorta di analogo del servizio polisweb già attualmente operativo in ambito civile.
Il nuovo portale si compone di un’area pubblica ed una riservata, al momento, ai soli giudici tributari. L’area pubblica, in particolare, è suddivisa in quattro macro sezioni:

  1. La Giustizia Tributaria: all’interno di tale sezione si possono reperire risorse quali normativa vigente, prassi applicative, analisi e statistiche del contenzioso tributario.
  2. Guida al Processo tributario: si tratta di una sintesi delle modalità di svolgimento del processo tributario corredata dei relativi riferimenti normativi, una vera propria guida, passo a passo, di come si sviluppa il contenzioso avanti le commissioni nei diversi gradi di giudizio.
  3. Commissioni Tributarie: sezione appunto dedicata alla commissioni. Oltre all’indicazione delle sedi delle varie commissioni dislocate per il territorio, è possibile accedere a servizi quali la prenotazione di appuntamenti e verificare eventuali anomalie o informazioni circa il mancato funzionamento dei servizi erogati.
  4. Servizi e Modulistica: sezione operativa dedicata a fornire all’utenza risorse quali informazioni sui ricorsi (Telecontenzioso previo login), PTT processo tributario telematico, rassegna giurisprudenziale, massimario, calcolo del contributo unificato, modulistica per eventuali richieste e nota di iscrizione a ruolo.

Ricordiamo, infine, che attraverso il portale in questione sarà possibile accedere al SiGiT per il deposito in via telematica degli atti necessari ad avviare il ricorso tributario in modalità telematica. Come previsto dal decreto 4 agosto 2015 (art. 16) il processo tributario telematico verrà attivato in fase sperimentale avanti le Commissioni Tributarie provinciali e regionali dell’Umbria e della Toscana a partire dal prossimo 1 dicembre 2015.

Documenti & Materiali

Scarica il testo del DL 98/2011 (conv. con mod. dalla L. 111/2011)
Scarica il testo del DM 163/2013
Scarica il testo del decreto del Ministero dell’economia e delle finanze 4/08/2015

Print Friendly, PDF & Email
Avv. Claudia Gianotti
Author: Avv. Claudia Gianotti

Avvocato, nata a Pesaro il 08 settembre 1982. Iscritta all’Albo degli Avvocati di Pesaro dal 2011. Autrice e componente della redazione. Cura, in particolare, la sezione fiscale di Ragionando_weblog - ISSN 2464-8833

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.