Elezioni forensi: interviene il legislatore (ma non basta) D.L. 11/01/2019, n. 2 in G.U. Serie Generale, n. 9 dell'11/01/2019

In esito alla numerose polemiche sollevate dalla sentenza Cass. Civ., S.U., 19/12/2018, n. 32781 resa in tema di elezioni forensi (della quale vi avevamo a suo tempo riferito) si è reso necessario un intervento del legislatore. Quest’ultimo, infatti, si è espresso in materia con il D.L. 11/01/2019, n. 2, in G.U. Serie Generale, n. 9 dell’11/01/2019, il cui… Leggi tutto »

Share

COA: retroattivo il vincolo del doppio mandato – la sentenza integrale Cass. Civ., SS. UU., 19/12/2018, n. 32781

Cari amici, qualche ora fa vi abbiamo proposto l’estratto di Cass. Civ. SS. UU., 19/12/2018, n. 32781, che ha sancito la retroattività dell’ineleggibiltà ai COA per il c.d. vincolo del doppio mandato, ex art. 3, 3° co., 2° periodo, L. 12/07/2017, n. 113. Ora vi alleghiamo il (convincente) testo integrale della sentenza in formato pdf. Buona lettura  … Leggi tutto »

Share

COA: retroattivo il vincolo del doppio mandato Cass. Civ., SS. UU., 19/12/2018, n. 32781

Tanto tuonò che piovve, verrebbe da dire. Ecco il punto 47 della sentenza Cass. Civ. SS. UU., 19/12/2018, n. 32781, che sancisce la retroattività dell’ineleggibiltà ai COA per il c.d. vincolo del doppio mandato, ex art. 3, 3° co., 2° periodo, L. 12/07/2017, n. 113. Secondo la Suprema Corte, infatti, tale norma devesi intendere riferita «anche ai mandati… Leggi tutto »

Share

Indennità di licenziamento: la Corte Costituzionale sui criteri di determinazione Nota a Corte Cost., 08/11/2018, n. 194

«È costituzionalmente illegittimo l’art. 3, comma 1, d.lgs. 4 marzo 2015, n. 23 (Disposizioni in materia di contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti, in attuazione della l. 10 dicembre 2014, n. 183) – sia nel testo originario sia nel testo modificato dall’art. 3, comma 1, d.l. 12 luglio 2018, n. 87 (Disposizioni urgenti per la… Leggi tutto »

Share

L’ordinanza presidenziale in sede di divorzio

Siamo già abituati al fatto che in sede di divorzio alcuni, molti, Tribunali e relativi Presidenti, dovendo emettere i provvedimenti temporanei e urgenti in sede presidenziale ex art. 708 cpc, si limitano a confermare quanto già stabilito in sede di separazione. Perchè? Una risposta viene data da un recente provvedimento emesso dalla Corte d’appello de L’Aquila (04/10/2018) la… Leggi tutto »

Share

Indetto concorso per n. 330 magistrati ordinari

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, 4^ Serie  Speciale, Concorsi ed esami, del 16/11/2018, n.91, il concorso indetto per n. 330 posti per magistrato ordinario. La scadenza per l’inoltro delle domande è il 16/12/2018. Ai sensi dell’art. 2 i requisiti per l’ammissione al concorso sono che l’aspirante: «a. sia cittadino italiano; b. abbia l’esercizio dei diritti civili; c. sia di… Leggi tutto »

Share

Perchè ci sia transazione tra lavoratore e datore è necessario che l’accordo preveda lo scambio di reciproche concessioni Cass. Civ., Sez. Lavoro, ordinanza 07/11/2018, n. 23620

«Per poter qualificare come atto di transazione l’accordo tra lavoratore e datore è necessario che contenga lo scambio di reciproche concessioni, sicché, ove manchi l’elemento dell’”aliquid datum, aliquid retentum”, essenziale ad integrare lo schema della transazione, questa non è configurabile (nella specie, la lavoratrice a seguito della sua rinuncia a qualsiasi ulteriore pretesa derivante dal pregresso rapporto di… Leggi tutto »

Share

Difficoltà economica nel versare il mantenimento per i figli: per la Cassazione è sempre reato salvo un’impossibilità assoluta In nota a Cass. Pen., Sez. VI, 06/11/2018, n. 50085

Il mancato pagamento dell’assegno di mantenimento, da parte dell’obbligato, previsto in sede di separazione o di divorzio, è stato oggetto di diversi interventi legislativi. Precisamente, l’art. 12 sexies della L. 01/12/1970, n. 898 e succ. mod., prevedeva che: «al coniuge che si sottrae all’obbligo di corresponsione dell’assegno dovuto a norma degli articoli 5 e 6 della presente legge… Leggi tutto »

Share

Foglio di P.C.: non è propriamente un “atto (endo)processuale”. Ammissibile il deposito cartaceo

Il foglio di precisazione delle conclusioni (cosiddetto foglio di p.c.) è o non è un atto processuale, in specie endo-procedimentale? E, in tal caso, il deposito dello stesso è o non è soggetto all’obbligatorietà del deposito telematico? Il Giudice di Milano, Dr. L. Buffone, ha chiarito un concetto che per nelle menti di tanti operatori del diritto era… Leggi tutto »

Share