Gratuito patrocinio: la richiesta di liquidazione dei compensi può avvenire anche dopo la chiusura del procedimento Nota a Cass. Civ., II, 09/09/2019, n. 22448

«L’art. 83, comma 3-bis del d.P.R. n. 115 del 2002 non prevede alcuna decadenza a carico del difensore della parte ammessa al patrocinio a spese dello Stato che abbia depositato l’istanza di liquidazione del compenso dopo la pronuncia del provvedimento che chiude la fase cui la richiesta stessa inerisce, né impedisce al giudice di potersi pronunziare su di… Leggi tutto »

Opposizione a decreto ingiuntivo: la mediazione va presentata dall’opponente o dall’opposto? In attesa delle Sezioni Unite… Nota a Cass. Civ., Sez. III, 12/07/2019, n. 18741

Con una recente ordinanza la Terza Sezione civile della Cassazione ha rimesso al Primo Presidente, per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite ai sensi dell’art. 374, comma 2, c.p.c., la seguente questione di massima di particolare importanza: «se, in tema di opposizione a decreto ingiuntivo, l’onere di esperire il tentativo obbligatorio di mediazione ricada sul debitore opponente, in quanto… Leggi tutto »

Avvocati: viola i doveri di lealtà e correttezza l’avvocato che prosegua nell’azione giudiziaria, nonostante il decesso del cliente, senza informare nessuno Cass. Civ., SS. UU., 13/05/2019, n. 12636

Le Sezioni Unite della Cassazione con la sentenza che Vi segnaliamo (Cass. Civ., SS. UU., 13/05/2019, n. 12636) hanno stabilito che viola i doveri di lealtà e correttezza l’avvocato che prosegua nell’azione giudiziaria, nonostante il decesso del cliente, senza informare nessuno. Vi riportiamo le massime espresse nella sentenza sopra menzionata: «È legittima la censura per violazione dei doveri… Leggi tutto »

Il mantenimento per i figli deve essere proporzionale al reddito di entrambi i genitori: sembra scontato, ma non lo è. In nota a Cass. Civ., Sez. I, 5/4 -18/07/2019, n. 19455

«A seguito della separazione dei coniugi o dei conviventi more uxorio, nel quantificare l’ammontare del contributo dovuto dal genitore non collocatario per il mantenimento del figlio, deve osservarsi il principio di proporzionalità, che richiede una valutazione comparata dei redditi di entrambi i genitori, oltre all’apprezzamento delle esigenze attuali del figlio e del tenore di vita da lui goduto»… Leggi tutto »

La mediazione deve essere effettiva: il Tribunale di Firenze disattende la Cassazione

«In tema di mediazione obbligatoria il giudice ritiene che già nel corso del primo incontro di mediazione, superata e conclusa la fase dedicata all’informativa delle parti, si debba procedere ad effettiva mediazione. Il primo incontro di mediazione dovrebbe, quindi, avere natura essenzialmente “bifasica” la prima informativa, sulle modalità e funzioni della mediazione, e la seconda di mediazione effettiva.… Leggi tutto »

Revoca della costituzione di parte civile: non può farla il semplice sostituto Nota a Cass. Pen., 10/07/2019, n. 30388

La Terza Sezione della Cassazione Penale ha affermato che la dichiarazione di revoca della costituzione di parte civile non può essere validamente effettuata dal sostituto processuale d’udienza del difensore della parte costituita, trattandosi di un atto che la legge riserva personalmente a quest’ultima o al suo procuratore speciale, senza che l’eventuale presenza in udienza della parte stessa comporti… Leggi tutto »

Sblocca cantieri: il testo coordinato con le modifiche introdotte con la legge di conversione D.L. 18/04/2019, n. 32, conv. in L. 14/06/2019, n. 55

Come noto, qualche tempo fa è stato definitivamente convertito in legge il c.d. decreto “sblocca cantieri” (D.L. 18/04/2019, n. 32, conv. in L. 14/06/2019, n. 55), che ha visto apportate ulteriori modifiche ad un testo normativo la cui elaborazione è stata di per se stessa piuttosto sofferta. Si tratta di un provvedimento importante, che incide in modo sostanziale… Leggi tutto »

Separazione consensuale: il terzo chiede ed ottiene la revocatoria degli atti dispositivi patrimoniali In nota a Cass. Civ., Sez. III, 04/07/2019, n. 17908

Un caso particolare ma tutt’altro che infrequente: in sede di separazione consensuale, il marito, oltre ad obbligarsi al pagamento dell’assegno di mantenimento in favore del figlio, trasferisce alla moglie la propria quota di comproprietà della casa familiare, le riconosce i risparmi accumulati sul conto corrente anche se cointestato, e si obbliga al pagamento in suo favore di una… Leggi tutto »

La Suprema Corte torna sui presupposti della revocatoria ordinaria Cass. Civ., Sez. VI, 11/07/2019, n. 18738

Segnaliamo un recente precedente della Suprema Corte (Cass. Civ., Sez. VI, 11/07/2019, n. 18738) che, in tema di revocatoria ordinaria, torna sull’interpretazione dei presupposti dell’eventus damni e della partecipatio fraudis, confermando il proprio orientamento rigoroso. Così, la decisione in rassegna ribadisce che «il presupposto oggettivo dell’azione revocatoria ordinaria (cd. “eventus damni”) ricorre non solo nel caso in cui… Leggi tutto »

Accertamento dell’obbligo del terzo: l’art. 549 c.p.c. supera l’esame di costituzionalità C. Cost., 10/07/2019, n. 172

La Corte Costituzionale, in una recente decisione (C. Cost., 10/07/2019, n. 172) ha affrontato il tema della legittimità dell’accertamento dell’obbligo del terzo pignorato nel caso di contestazione delle relativa dichiarazione ex art. 549 c.p.c. I dubbi di costituzionalità Il problema nasce dalle modifiche sostanziali che il procedimento accertativo in questione ha subito ad opera delle successive riforme del… Leggi tutto »