Nuove assunzioni presso i Tribunali: Orlando firma il decreto di attuazione

By | 24/10/2016


Ancora un altro passo verso  il prossimo bando di concorso per l’assunzione di 1000 posti di lavoro da impiegarsi presso gli uffici giudiziari.

Con il decreto firmato il 20 ottobre e trasmesso al Ministro della pubblica amministrazione, il Ministro della giustizia Orlando, in attuazione del D.L. 117/2016, ha determinato i criteri e le modalità per l’avvio del nuovo programma di assunzioni.

Come già riferito, a seguito dell’incontro tra i due ministri tenutosi lo scorso 29 settembre, il programma prevede l’assunzione di 1000 posti di lavoro, di cui 800 scaturiranno dell’esito del relativo bando di concorso che verrà pubblicato il prossimo 21 novembre e, i restanti 200 saranno coperti dagli idonei delle graduatorie in corso di validità di concorsi banditi da amministrazioni pubbliche.

Il profilo professionale oggetto di concorso è quello di assistente giudiziario. Quanto ai posti a scorrimento 155 verranno parimenti destinati al ruolo di assitente giudiziaio, 55 a funzionario informatico e 30 a funzionario contabile.

Viene, inoltre, specificato che il decreto contiene l’esplicito riferimento a che nel bando di concorso vengano inseriti  dei criteri per il riconoscimento dei percorsi professionali di coloro che hanno svolto tirocini e stage presso gli uffici giudiziari.

Di seguito il testo della nota ministeriale

Uffici giudiziari: Orlando firma decreto per avvio assunzione 1.000 amministrativi

venerdì 21 ottobre 2016 Il guardasigilli Andrea Orlando ha firmato, e trasmesso al ministro Marianna Madia per il concerto, il decreto che determina i criteri e le priorità per l’avvio del programma di nuove assunzioni in attuazione del decreto-legge 30 giugno 2016, n. 117, convertito con modificazioni dalla legge 12 agosto 2016, n.

Segnaliamo, inoltre, che il Ministro Orlando ha indetto, altresì, un nuovo bando di concorso per l’assunzione di 360 posti di magistrato ordinario. Il diario delle prove scritte sarà pubblicato in G.U. e sul sito internet ministeriale il prossimo 7 aprile 2017.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.