Esame avvocato. Novità per la prova scritta e per la prova orale Prova scritta con schermature delle frequenze e prova orale con database e domande a sorte


Solo poche settimane fa vi avevamo aggiornato sull’annosa questione dell’esame avvocato.

In particolare vi avevamo informato che la commissione bilancio alla Camera nella seduta del 04/02/2015 aveva infatti approvato un emendamento al D.L. Milleproroghe a modifica dell’art. 49 della L. 247/2012 che prevede una ulteriore proroga di un biennio per la messa a regime del nuovo esame di abilitazione all’esercizio della professione forense (senza l’utilizzo dei codici commentati con la giurisprudenza). In tal modo consentendo agli aspiranti avvocati per gli anni 2015 e 2016, di sostenere l’esame secondo le norme previgenti, sia per quanto riguarda le prove scritte sia per quanto riguarda le prove orali.

Ora apprendiamo la notizia che il ministero della giustizia alcuni giorni fa ha predisposto uno schema di regolamento che disciplina le modalità e le procedure per lo svolgimento dell’esame di stato, con alcune significative novità sia per quanto riguarda la prova scritta sia per quanto riguarda la prova orale.

Novità sullo svolgimento della prova scritta

Per quanto concerne la prova scritta, oltre alla già nota disposizione che consente ai candidati di utilizzare per lo svolgimento degli elaborati esclusivamente testi di legge stampati e pubblicati a cura di un editore (con esclusione, dunque, dei codici commentati con la giurisprudenza), si prevede che i locali degli esami siano sottoposti al monitoraggio dello spettro radioelettrico con schermatura delle frequenze della telefonia cellulare e dei collegamenti wi-fi.

In tal modo sarà inibito ai candidati l’utilizzo di qualunque collegamento in rete e con il mondo esterno.

Per garantire l’effettività di tale disposizione, il personale di vigilanza effettuerà dei controlli casuali, invitando i candidati a consentire le operazioni di controllo, sotto pena della perdita del diritto all’esame,

quando sussiste un fondato motivo di ritenere che possono essere rinvenuti oggetti che non è consentito introdurre nel locale degli esami.

Delle operazioni è redatto verbale. I candidati, inoltre, saranno collocati ciascuno in tavoli separati individuati in modo casuale.

In ordine alle attività di correzione degli elaborati è prevista la possibilità di per le Corti di Appello con più candidati di abbinarsi con quelle di minori dimensioni.

Novità sullo svolgimento della prova orale

Per quanto, invece, riguarda lo svolgimento della prova orale, viene introdotta una nuova modalità per l’individuazione delle domande da proporre ai candidati che avverrà mediante estrazione svolta con modalità informatiche.

In sostanza, verrà predisposto un data base, da realizzarsi entro sei mesi dall’entrata in vigore del regolamento in questione a cura della direzione generale per i sistemi informatici e automatizzati del ministero della giustizia, che conterrà le domande da estrarre a sorte. Alle operazioni di estrazione con modalità informatiche delle domande avranno diritto di assistere i candidati.

I commissari potranno poi rivolgere al candidato ulteriori domande di approfondimento dell’argomento oggetto della domanda, come previsto in precedenza, volte a verificarne la preparazione.

Documenti & materiali

Scarica lo schema di regolamento che disciplina le modalità e le procedure per lo svolgimento del “nuovo” esame di stato per l’abilitazione all’esercizio della professione forense

Print Friendly, PDF & Email
Avv. Francesca Serretti Gattoni
Author: Avv. Francesca Serretti Gattoni

Avvocato, nata a Pesaro il 24 febbraio 1982. Iscritta all’Albo degli Avvocati di Pesaro dal 2010. Autrice e componente della redazione. Cura, in particolare, la sezione lavoro di Ragionando_weblog - ISSN 2464-8833

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.