Esame avvocato: le nuove regole in gazzetta Decreto 25/02/2016, n. 48 in G.U. 07/04/2016, n. 81


E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 81 del 07/04/2016 il Decreto 25/02/2016, n. 48 intitolato «Regolamento recante disciplina delle modalità e delle procedure per lo svolgimento dell’esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione forense e per la valutazione delle prove scritte e orali».

Si tratta del tanto atteso nuovo esame di Stato per gli aspiranti avvocati, che tra le principali novità vede l’eliminazione dei codici commentati con la giurisprudenza nello svolgimento della prova scritta.

Cioè a dire: dalla prossima sessione di esami, i candidati, per lo svolgimento dei pareri assegnati nel corso della prova scritta, potranno utilizzare esclusivamente testi di legge (stampati e pubblicati a cura di un editore).

Sempre per quanto riguarda la prova scritta, i locali degli esami saranno sottoposti al monitoraggio dello spettro radioelettronico con schermatura delle frequenze della telefonica cellulare e dei collegamenti wi-fi (art. 4 Decreto cit.) e sarà ovviamente inibito ai candidati l’introduzione nei ridetti locali, di strumenti informatici idonei alla memorizzazione di informazioni.

Ai sensi dell’art. 3 del Decreto, la prova scritta dovrà consistere in temi

« formulati in modo da consentire al candidato di sviluppare un parere motivato in relazione ad un caso concreto, affrontando gli eventuali profili di interdisciplinarietà, approfondendo i fondamenti teorici degli istituti giuridici trattati ed accennando in ordine agli orientamenti giurisprudenziali che concorrono a delinearne la struttura essenziale ».

Anche per lo svolgimento della prova orale sono previste nuove modalità per l’individuazione delle domande da proporre ai candidati che avverrà mediante estrazione svolta con modalità informatiche.

Si tratta di una data base, da realizzarsi entro sei mesi dall’entrata in vigore del regolamento in questione a cura della direzione generale per i sistemi informatici e automatizzati del ministero della giustizia, che conterrà le domande da estrarre a sorte. I commissari potranno poi rivolgere al candidato ulteriori domande di approfondimento dell’argomento oggetto della domanda, come previsto in precedenza, volte a verificarne la preparazione.

E’ inoltre costituita una commissione permanente presso il Ministero della giustizia al fine di fornire il supporto necessario per l’alimentazione del data base.

Il Decreto entrerà in vigore il prossimo 22/04/2016.

Print Friendly, PDF & Email
Avv. Francesca Serretti Gattoni
Author: Avv. Francesca Serretti Gattoni

Avvocato, nata a Pesaro il 24 febbraio 1982. Iscritta all’Albo degli Avvocati di Pesaro dal 2010. Autrice e componente della redazione. Cura, in particolare, la sezione lavoro di Ragionando_weblog - ISSN 2464-8833

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.