Category Archives: Replay

“REPLAY”- 2017: Giustificato motivo oggettivo: è sufficiente una diversa ripartizione delle mansioni Nota a Cass. Civ., Lavoro, 26/06/2017, n. 13015

«Il giustificato motivo oggettivo di licenziamento previsto dall’art. 3 legge n. 604 del 1966 è ravvisabile anche soltanto in una diversa ripartizione di determinate mansioni fra il personale in servizio, all’esito della quale una o più posizioni lavorative risultino in esubero e non riassorbibili in via di c.d. repèchage». Tale è la massima elaborata dalla Cassazione, nel pronunciarsi… Leggi tutto »

Share

“REPLAY”- 2017: Specificità dei motivi di appello: quale nozione? Aspettando le Sezioni Unite…. Ordinanza interlocutoria Cass. Civ, III, 5/4/2017, n. 8845

La Terza Sezione Civile della Cassazione, presieduta nell’ordinanza interlocutoria che si segnala, dal Dott. Travaglino, ha rimesso al Primo Presidente, per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite, la questione, ritenuta di massima di particolare importanza, dell’ambito della nozione di specificità dei motivi di appello, oggi prevista dal novellato art. 342 C.P.C (e dall’omologo art. 434 C.P.C. nel rito del… Leggi tutto »

Share

“REPLAY”- 2017: La causa di non punibilità per i reati tributari in materia di imposte sui redditi e iva si applica anche ai procedimenti in corso Nota a Cass.Pen, Sez. IV, n. 11417 del 09/03/2017

La causa di non punibilità introdotta dall’art. 11 del D. LGS. 158/2015 – la quale prevede l’estinzione dei reati tributari in materia di imposte sui redditi e iva nel caso in cui, prima della dichiarazione di apertura del dibattimento,  i debiti tributari, comprensivi di interessi, sanzioni e spese, vengano integralmente pagati – si applica anche ai procedimenti  in… Leggi tutto »

Share

“REPLAY”- 2017: Fallimento e sequestro preventivo penale: un’interessante pronuncia della Suprema Corte Cass. Civ., Sez. I, 12/01/2017, n. 608

La Corte di Cassazione, con l’interessante pronuncia Cass. Civ., Sez. I, 12/01/2017, n. 608, che oggi vi proponiamo, interviene sulla tematica dei rapporti tra sequestro preventivo penale finalizzato alla confisca disposto a mente delle disposizioni di cui al d.lgs. 6 settembre 2011, n. 159 e dichiarazione di fallimento. Dal quel che è dato desumere dalla sentenza impugnata, il… Leggi tutto »

Share

“REPLAY”- 2017: L’assegno una tantum esclude la reversibilità? La questione è rimessa alle Sezioni Unite. In nota a Ordinanza interlocutoria Cass. Sez. I,10/05/2017, n. 11453

Ai sensi dell’art. 5/8 L. 01/012/1970, n. 898 (legge divorzio), la liquidazione una tantum del coniuge, in sede di divorzio, esclude che il coniuge ‘liquidato’ possa avanzare «alcuna successiva domanda di contenuto economico». In altre parole, quando in sede di divorzio i coniugi si accordano per la corresponsione in unica soluzione dell’assegno divorzile di uno a favore dell’altro,… Leggi tutto »

Share

“REPLAY”- 2017: Notifica a mezzo pec: valida anche per chi non apre la casella di posta Nota a Cass. Civ., Sez. VI, ord. n. 7390 del 22/03/2017

La notifica a mezzo pec del ricorso per la dichiarazione di fallimento e del relativo decreto di fissazione udienza è valida e non compromette il diritto di difesa della fallenda, anche nel caso in cui quest’ultima non abbia avuto tempestiva conoscenza della pendenza del ricorso per aver aperto la propria casella di posta elettronica tardivamente. Così ancora la… Leggi tutto »

Share

“REPLAY”- 2017: Affido condiviso ‘reale’: Tribunale di Brindisi docet In nota alle Linee Guida approvate in tema di affido condiviso

Con un documento coraggioso di questi giorni che farà discutere, il Tribunale di Brindisi adotta e raccomanda agli operatori, di seguire un regime di affidamento ispirato a criteri di reale pariteticità tra i due genitori. Si tratta, in sostanza dell’adozione da parte della Sezione Famiglia del Tribunale di Brindisi, di Linee Guida che, muovendo da alcune considerazioni statistiche… Leggi tutto »

Share

“REPLAY”- 2017: Le Sezioni Unite sulle spese di assistenza stragiudiziale: sono danno emergente Cass. Civ., SS.UU., 10/07/2017, n. 16990

Un recentissimo arresto delle Sezioni Unite (Cass. Civ., SS.UU., 10/07/2017, n. 16990) torna sulla vexata quaestio della natura e delle modalità di liquidazione e prova in giudizio delle spese di assistenza corrisposte nella pregressa fase stragiudiziale dello stesso. Si tratta, come noto, di un argomento delicato, particolarmente sentito in tutti quegli ambiti, come, ad es., la responsabilità da… Leggi tutto »

Share

“REPLAY”- 2017: Principio della scissione degli effetti tra notificante e destinatario dell’atto. Applicabilità anche al procedimento per illecito amministrativo. In nota a sentenza Cass. Civ., Sezioni Unite, 17/05/2017, n. 12332

Nel procedimento amministrativo sanzionatorio, ossia relativo agli illeciti amministrativi regolati dalla L. 24/11/1981, n. 689, si è verificata una svolta importante. Infatti, le Sezioni Unite della Corte di Cassazione, con la sentenza S.U., 17/05/2017, n. 12332, decidendo la corrispondente questione ritenuta di massima di particolare importanza, hanno sancito l’applicabilità del principio della scissione degli effetti tra notificante e… Leggi tutto »

Share

“REPLAY”- 2017: Accertamento presuntivo reddito impresa di ristorazione: attenzione al numero di tovaglioli consumati! Cass. Civ, Sez. V Tributaria, 07/12/2016 n. 25129

Vita dura per bar e ristoranti: gli accertamenti fiscali presuntivi del reddito  potranno essere effettuati sulla base del consumo unitario di tovaglioli utilizzati o del consumo di acqua minerale. Ciò è, infatti, è quanto ha ritenuto la Suprema Corte con la sentenza n. 25129 del 07/12/2016. Il caso Destinataria di avvisi di accertamento in ambito IVA e IRAP,… Leggi tutto »

Share