Category Archives: Processo civile: in genere

Validità di procura rilasciata all’estero: doveri del notaio e valore dell’apostille Cass. Civ., Sez. II, 02/07/2019, n. 17713

CASS. CIV., SEZ. II, 02/07/2019, N. 17713 «É nulla la procura rilasciata all’estero con scrittura privata autenticata allorquando dall’autenticazione non emerga chiaramente che la sottoscrizione sia stata apposta alla presenza del notaio e che questi abbia accertato l’identità del sottoscrittore. L’”apostille” apposta all’atto legalizzato all’estero, non si traduce in una sorta di “nuova” legalizzazione od autenticazione della firma… Leggi tutto »

Onorari del CTU ritardatario e liquidazione delle spese di lite: un interessante precedente di legittimità Cass. Civ., Sez. II, ordinanza 10/09/2019, n. 22621

CASS. CIV., SEZ. II, ORDINANZA 10/09/2019, N. 22621 «La decurtazione degli onorari del consulente tecnico d’ufficio prevista dall’art. 52 del d.P.R. n. 115 del 2002 per il caso in cui la prestazione non sia stata completata nel termine originariamente stabilito ovvero entro quello prorogato per fatti sopravvenuti e non imputabili all’ausiliario del magistrato, rispettivamente stabilita per il caso… Leggi tutto »

Il contributo unificato è compreso nella condanna alle spese anche se non viene enunciato: Cass. 18529/2019 Cass. Civ., Sez. I, 10/07/2019, n. 18529

CASS. CIV., SEZ. I, 10/07/2019, N. 18529 «Il contributo unificato atti giudiziari costituisce un’obbligazione ex lege di importo predeterminato, gravante sulla parte soccombente per effetto della stessa condanna alle spese, con la conseguenza che il giudice non è neppure tenuto a liquidarne autonomamente il relativo ammontare. Dunque, qualora il provvedimento giudiziale rechi la condanna alle spese giudiziali e… Leggi tutto »

Improcedibilità per mancato deposito di copia autentica del provvedimento impugnato: la S.C. conferma il proprio orientamento Cass. Civ., Sez. I, ordinanza 09/10/2019, n. 25391

CASS. CIV., SEZ. I, ORDINANZA 09/10/2019, N. 25391 «Il deposito in cancelleria, nel termine di venti giorni dall’ultima notificazione, di copia analogica della decisione impugnata – redatta in formato elettronico e sottoscritta digitalmente, e necessariamente inserita nel fascicolo informatico -, priva di attestazione di conformità del difensore ex art. 16 bis, comma 9 bis, del di. n. 179… Leggi tutto »

Inammissibile l’appello che non “dialoga” con la sentenza di primo grado Cass. Civ., Sez. I, ordinanza 02/10/2019, n. 24585

CASS. CIV., SEZ. I, ORDINANZA 02/10/2019, N. 24585 «Le doglianze mosse avverso la sentenza oggetto di appello, devono “dialogare” con quest’ultima, ponendosi in rapporto di diretta pertinenza rispetto alle soluzioni accolte dal primo giudice e confrontandosi in modo conferente con il contenuto delle stesse. Mancando tale caratteristica, il gravame va dichiarato inammissibile» (Massima non ufficiale) FATTI DI CAUSA… Leggi tutto »

Accertamento dell’obbligo del terzo: l’art. 549 c.p.c. supera l’esame di costituzionalità C. Cost., 10/07/2019, n. 172

La Corte Costituzionale, in una recente decisione (C. Cost., 10/07/2019, n. 172) ha affrontato il tema della legittimità dell’accertamento dell’obbligo del terzo pignorato nel caso di contestazione delle relativa dichiarazione ex art. 549 c.p.c. I dubbi di costituzionalità Il problema nasce dalle modifiche sostanziali che il procedimento accertativo in questione ha subito ad opera delle successive riforme del… Leggi tutto »

La CTU non è prova, ma convince il giudice Cass. Civ., Sez. II, Ord. 17/04/2019, n. 10747 e Cass. Civ., Sez. VI, 07/06/2019, n. 15521

Due interessanti precedenti della Suprema Corte tornano, ancora una volta, sul delicato tema della consulenza tecnica, strumento processuale che si trova spesso al limite tra l’indispensabile ausilio al giudizio e l’inopinata sostituzione di quest’ultimo. In proposito, la giurisprudenza ha più volte sancito che la CTU non è un mezzo di prova, concetto ribadito recentemente dalla Suprema Corte nella… Leggi tutto »

E’ invalida la procura speciale che difetta degli elementi di specialità Cass. Civ., sez. Lavoro, con la sentenza 02/07/2019, n. 17708

La Corte di Cassazione, sez. Lavoro, con la sentenza 02/07/2019, n. 17708 procede alla disamina della c.d. carenza dello ius postulandi di un avvocato e della conseguente inammissibilità del ricorso per cassazione. Invero il ricorso, nel caso che ha occupato la Corte, risulta privo di idonea procura speciale ex art. 365 CPC, in quanto «il mandato contenuto in… Leggi tutto »

I dati ministeriali sul carico giudiziario penale, civile e della mediazione

Si pubblicano i dati, aggiornati ad aprile 2019, frutto di rilevamento effettuato dal Ministero della Giustizia, sull’andamento del carico giudiziario nazionale. In particolare il monitoraggio della giustizia civile riguarda l’andamento del carico giudiziario nazionale complessivo con evidenziazione dell’arretrato “a rischio Pinto”. Pendenze e arretrato sono rappresentati da due grafici con relative tabelle dei dati di riferimento. Il Ministero… Leggi tutto »

Rapporto tra processo civile e processo penale: sospensione necessaria, parlano le Sezioni Unite In nota a Cass. Civ., Sez. Un., 21/05/2019, n. 13661

Il rapporto tra giudizio civile e giudizio penale è problema complesso in relazione al rischio di difformità di giudicati. Con la sentenza Cass. Civ., Sez. Unite, 21/05/2019, n. 13661 che qui si segnala le Sezione Unite sono state chiamate a risolvere la questione se, in un caso di azione risarcitoria per sinistro stradale, il giudizio civile debba essere… Leggi tutto »