Category Archives: Figli

Il feto è ‘persona’: sentenza storica della Suprema Corte In nota a Cass. Pen., Sez. IV, 20/06/2019, n. 27539

Risponde di  omicidio colposo e non di aborto colposo, il sanitario (nella specie l’ostetrica) che provoca la morte del feto durante il travaglio, perché il feto nascente è una persona. Questo concetto è quello espresso dalla Suprema Corte nella storica sentenza di questi giorni Sez. IV, 30/01/2019 – 20/06/2019, n. 27539 che qui si segnala. Questo il caso:… Leggi tutto »

Gli assegni familiari si sommano all’assegno di mantenimento? In nota a Cass. Civ., Sez. I, 07/05/2019, n. 12012

«Gli assegni familiari per i figli corrisposti dal datore di lavoro, se non espressamente considerati nella determinazione dell’ammontare del mantenimento per la prole, non influiscono sulla base delle entrate su cui calcolare il concorso dei coniugi al mantenimento dei figli» questo è quanto ha stabilito la recente pronuncia della Cassazione (Sez. I, 07/05/2019, n. 12012). In sostanza il… Leggi tutto »

La base scientifica della PAS In nota a Cass. Civ., Sez. I, 16/05/2019, n. 13274

In questi anni la PAS (Sindrome da alienazione parentale o da allontanamento parentale) è stata oggetto di numerose pronunce anche della Corte di legittimità, oltre che di quelle merito. Queste ultime in alcune occasioni, sull’esistenza di questa sindrome, hanno fondato decisioni drastiche nei confronti del genitore ritenuto responsabile, ed è da qualche mese che il fenomeno è anche… Leggi tutto »

La Suprema Corte conferma e chiarisce il proprio orientamento sull’assegno divorzile

Con la sentenza Sez. I, 23/01/2019, n. 1882 la Corte di Cassazione torna a parlare di assegno divorzile e lo fa ribadendo e forse chiarendo quanto già statuito con la – ormai storica – sentenza 11/05/2017, n. 11504. Con la sentenza 1882/2019 la Suprema Corte dapprima ricorda l’evoluzione giurisprudenziale inaugurata con la sentenza delle SU n. 11490/1990 e… Leggi tutto »

L’inadempimento dell’assegno di mantenimento e il risarcimento del danno

Il mancato pagamento dell’assegno di mantenimento, di separazione o di divorzio, se azionato giudizialmente dà luogo alla responsabilità civile dell’obbligato con condanna alle somme non corrisposte, e, ricorrendone i presupposti, anche alla responsabilità penale con condanna alla pena ritenuta di giustizia. Ma oltre a ciò, può dare luogo anche al risarcimento del danno non patrimoniale? Secondo il Tribunale… Leggi tutto »

La residenza dei figli di genitori separati In nota a sentenza Cass. Civ., S.U., 04/10/2018, n. 24231

A proposito di residenza nel caso di separazione dei genitori, l’art. 337 sexies, 2° comma, cc dispone che «in presenza di figli minori, ciascuno dei genitori è obbligato a comunicare all’altro, entro il termine perentorio di trenta giorni, l’avvenuto cambiamento di residenza o di domicilio. La mancata comunicazione obbliga al risarcimento del danno eventualmente verificatosi a carico del… Leggi tutto »

Seggiolini anti-abbandono: norme in vigore dal 2019

Il 20/09/2018 il DDL AS 766 relativo all’obbligo di dispositivo antiabbandono sui seggiolini per bambini fino ai quattro anni di età è quasi legge. Il testo normativo, a cui non è stata apportata nessuna modifica, è passato all’unanimità in commissione Lavori pubblici del Senato. Di cosa si tratta? Le modifiche apportate all’art. 172 Codice della Strada comporteranno l’obbligo… Leggi tutto »

Illegittimo applicare il sei in condotta a tutta la classe per il comportamento di singoli studenti

«È illegittimo il sei in condotta applicato a tutta la classe a fronte del comportamento consistente in un tentato furto di singole studentesse, atteso che una punizione indiscriminata dell’intera classe, ottenuta per la via surrettizia di un severo voto in condotta attribuito a ciascuno degli studenti, è una misura oggettivamente sproporzionata e priva di giustificazione razionale, in particolare… Leggi tutto »

Pagamento diretto del mantenimento ai figli maggiorenni di genitori separati: chi lo decide?

Il primo comma dell’art. 337 septies cc testualmente recita: «il giudice, valutate le circostanze, puo’ disporre in favore dei figli maggiorenni non indipendenti economicamente il pagamento di un assegno periodico. Tale assegno, salvo diversa determinazione del giudice, e’ versato direttamente all’avente diritto». Come noto, il citato art. 337 septies cc  , in virtù del D.L.vo 28/12/2013, n. 154… Leggi tutto »