Category Archives: Diritto di famiglia in genere

Pagamento diretto del mantenimento ai figli maggiorenni di genitori separati: chi lo decide?

Il primo comma dell’art. 337 septies cc testualmente recita: «il giudice, valutate le circostanze, puo’ disporre in favore dei figli maggiorenni non indipendenti economicamente il pagamento di un assegno periodico. Tale assegno, salvo diversa determinazione del giudice, e’ versato direttamente all’avente diritto». Come noto, il citato art. 337 septies cc  , in virtù del D.L.vo 28/12/2013, n. 154… Leggi tutto »

Share

Adozione: il dissenso manifestato dal genitore titolare della responsabilità genitoriale, anche se non convivente con il figlio minore, ha efficacia preclusiva Cass. Civ., SS.UU., 16/07/2018, n. 18827

«In tema di adozione particolare, il dissenso manifestato dal genitore titolare della responsabilità genitoriale, anche se non convivente con il figlio minore, ha efficacia preclusiva ai sensi dell’art. 46, comma 2, della I n. 184 del 1983, salvo che non sia stata accertata una situazione di disgregazione del contesto familiare d’origine del minore in conseguenza del protratto venir… Leggi tutto »

Share

Assegno divorzile: ecco la sentenza delle Sezioni Unite tanto attesa Cass. Civ., Sezioni Unite, 11/07/2018, n. 18287

Ieri, 11 luglio 2018, è stata depositata la sentenza n. 18287/2018 delle Sezioni Unite sull’assegno divorzile che si attendeva con molta ansia. Dati i tempi ristretti qui ci limitiamo a riportarla per intero, rimandando ad un secondo momento i commenti. Ecco la sentenza. «Corte di Cassazione, sez. Unite Civili, sentenza 10 aprile – 11 luglio 2018, n. 18287… Leggi tutto »

Share

Relazione annuale dell’Autorià Garante per l’infanzia e l’adolescenza

Il 13/06/2018 l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, Filomena Albano, ha presentato a Palazzo Madama la relazione annuale al Parlamento. L’Autorità, grazie all’attività di ascolto svolta, si è fatta “messaggera” delle voci e delle esigenze dei ragazzi ristretti in istituti di pena, dei figli dei genitori separati, dei ragazzi fuori famiglia, dei minori stranieri non accompagnati, dei giovani… Leggi tutto »

Share

Rinnovo del permesso di soggiorno per motivi familiari: è consentito anche in presenza di precedenti penali ordinanza Cass. Civ. VI Sez., 28/06/2018, n. 17070

«In caso di richiesta di rilascio del permesso di soggiorno per motivi di coesione familiare non è più prevista l’applicabilità del meccanismo di automatismo espulsivo, in precedenza vigente, che scattava in virtù della sola condanna del richiedente per i reati identificati dalla norma, sulla base di una valutazione di pericolosità sociale effettuata ex ante in via legislativa, occorrendo,… Leggi tutto »

Share

Revoca dell’assegno di mantenimento e famiglia di fatto in nota a sentenza Cass. Civ., Sez. I, 27/06/2018, n. 16982

Con la sentenza Cass. Civ., Sez. I, 27/06/2018, n. 16982 che qui si segnala, la Corte di Cassazione torna ad occuparsi della revoca dell’assegno di mantenimento al coniuge, nel caso di costituzione – da parte del beneficiario dell’assegno medesimo – di famiglia di fatto. Non si tratta, dunque, di un’ipotesi nuova ed originale in sè, se non per… Leggi tutto »

Share

Trasferimento di residenza e decadenza dalla responsabilità genitoriale

Il trasferimento di residenza da una città ad un’altra del minore, da parte di uno dei genitori separati, può condurre alla decadenza della responsabilità genitoriale? E’ quanto accaduto in quel di Roma, da parte del Tribunale per i minorenni, sanzionando la condotta di una madre che aveva trasferito la propria residenza in un’altra città, portando con sè il… Leggi tutto »

Share

Assegno divorzile … aspettando le Sezioni Unite

Mentre si attende con una certa ansia la decisione delle Sezioni Unite civili della Suprema Corte sulla questione dell’assegno divorzile, le singole Sezioni, come la Sez. VI (quella nella specie), continuano a confermare l’orientamento introdotto dalla ormai famosa sentenza 11504/2017. Infatti, in un caso in cui la ex moglie si è vista fortemente ridurre il proprio assegno divorzile,… Leggi tutto »

Share

La comunione legale e gli acquisti effettuati senza la partecipazione dell’altro coniuge In nota a Cass. Civ., Sez. II, 14/05/2018, n. 11668

E’ noto che in caso di comunione legale, il bene acquistato dai coniugi durante il matrimonio, ai sensi dell’art. 177 c.c., comma 1, lett. a), costituisce, in via automatica, oggetto della comunione tra loro e diventa, quindi, in via diretta, bene comune ai due coniugi. Ma qual è la sorte del bene se, pur acquistato in regime di… Leggi tutto »

Share