Category Archives: Responsabilità civile

Spedizione assegno a mezzo posta: il mittente risponde in caso di smarrimento? Alle S.U. la risposta Cass. Civ., Sez. I, 03/09/2019, n. 22015

CASS. CIV., SEZ. I, 03/09/2019, N. 22015 «Va rimessa la causa al Primo Presidente, per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite, sulla seguente questione di diritto di particolare importanza: “Se possa ravvisarsi un concorso del danneggiato, ai sensi dell’art. 1227 c.c., comma 1, nella spedizione di un assegno a mezzo posta – sia essa ordinaria, raccomandata o assicurata –… Leggi tutto »

Responsabilità medica e onere della prova del nesso causale Cass. Civ., Sez. VI, 14/02/2019-02/09/2019, n. 21939

CASS. CIV., SEZ. VI, 14/02/2019-02/09/2019, N. 21939 «Nei giudizi di risarcimento del danno da responsabilità medica, è onere dell’attore, paziente danneggiato, provare l’esistenza del nesso causale tra la condotta del medico e il danno di cui chiede il risarcimento, onere che va assolto dimostrando che la condotta del sanitario è stata, secondo il criterio del “più probabile che… Leggi tutto »

Danno da privazione del rapporto genitoriale: natura e criteri di liquidazione Trib. Lecce, Sez. I, 01/10/2019, n. 3024

TRIB. LECCE, SEZ. I, 01/10/2019, N. 3024 «Il disinteresse mostrato da un genitore nei confronti di una figlia naturale integra la violazione degli obblighi di mantenimento, istruzione ed educazione della prole, e determina la lesione dei diritti nascenti dal rapporto di filiazione che trovano negli articoli 2 e 30 della Costituzione – oltre che nelle norme di natura… Leggi tutto »

Responsabilità dell’avvocato: non basta lamentare la proposizione tardiva dell’impugnazione Trib. Trapani, 28/08/2019

Un interessante ed articolato precedente di merito (Trib. Trapani, 28/08/2019), torna sulla delicata questione della responsabilità addebitata dal cliente all’avvocato nell’ipotesi di proposizione tardiva dell’impugnazione (nel caso di specie, l’appello) da parte di quest’ultimo. La decisione in rassegna, pur considerando comprovata la proposizione tardiva dell’impugnazione da parte del patrono («deve rilevarsi che è pacifico che il ricorso in… Leggi tutto »

Responsabilità risarcitoria del medico: la Cassazione torna a parlare di danno morale In nota a sentenza Cass. Civ., Sez. III, 31/01/2019, n. 2788

La Suprema Corte torna a parlare di danno morale in un caso di risarcimento del danno derivato da attività medica. In particolare, il caso sottoposto alla Corte trattava dell’esecuzione colposamente inidonea di un intervento chirurgico effettuato per il trattamento di un’ernia discale, cui faceva seguito un secondo intervento solo parzialmente riparatore rispetto all’invalidità permanente che ne era conseguita.… Leggi tutto »

Equa riparazione per eccessiva durata del processo: nei procedimenti fallimentari occorre avere riguardo al momento di ammissione al passivo Cass. Civ., sez. II, 27/08/2018, n. 21200

«In tema di equa riparazione per violazione del termine di ragionevole durata del processo, la nozione di procedimento presa in considerazione dall’art. 6 della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali include anche i procedimenti fallimentari. Tuttavia, se si tratta dei creditori, occorre aver riguardo, quale dies a quo, al decreto con il quale… Leggi tutto »

La competenza territoriale dei procedimenti nei confronti dei magistrati: le Sezioni Unite chiariscono In nota a sent. Cass. civ., S.U., 07/06/2018, n. 14842

Il regolamento di competenza sottoposto alla Suprema Corte riguarda una particolare questione in cui era stata esercitata azione di responsabilità civile per fatti – asseritamente – commessi sia dai magistrati di merito (evidentemente quelli dei gradi di merito, appunto, nella specie del Foro di Cagliari), che da magistrati di legittimità, e, dunque, magistrati di Cassazione. Il giudizio veniva… Leggi tutto »

Convivenza anche senza coabitazione In nota a Cass. Civ., Sez. III, 13/04/2018, n. 9178

In una pronuncia di questi giorni, la Cassazione ha affermato che: «può esistere una famiglia di fatto o una stabile convivenza, intesa come comunanza di vita e di affetti, in un luogo diverso rispetto a quello in cui uno dei due conviventi lavori o debba, per suoi impegni di cura e assistenza, o per suoi interessi personali o… Leggi tutto »

Il consenso informato del medico-paziente: due decisioni di legittimità a confronto Cass. Civ. 7516/2018 v. Cass. Civ. 20984/2012

Un recente precedente di legittimità dello scorso mese di maggio (Cass. Civ., Sez. III, 27/03/2018, n. 7516) offre alla Suprema Corte lo spunto per tornare – in senso, come si sta per vedere, difforme rispetto a quanto opinato dalla medesima sezione con un precedente arresto risalente al 2012 (Cass. Civ., Sez. III, 27/11/2012, n. 20984) – su una… Leggi tutto »

Buca nel manto stradale: va provato il nesso di causalità con la caduta Nota a Cass. Civ, sez. VI, 29/03/2018, n. 7887

«In tema di danno da cose in custodia, l’accertata mancanza della prova positiva dell’esistenza del nesso di causalità tra la caduta e la buca esclude la responsabilità del custode (nella specie, si trattava di una buca poco profonda, di modeste dimensioni, tale da poter essere evitata prestando una semplice attenzione nel camminare)» La massima sopra citata appartiene ad… Leggi tutto »