Category Archives: Diritto civile in genere

La Suprema Corte torna sui presupposti della revocatoria ordinaria Cass. Civ., Sez. VI, 11/07/2019, n. 18738

Segnaliamo un recente precedente della Suprema Corte (Cass. Civ., Sez. VI, 11/07/2019, n. 18738) che, in tema di revocatoria ordinaria, torna sull’interpretazione dei presupposti dell’eventus damni e della partecipatio fraudis, confermando il proprio orientamento rigoroso. Così, la decisione in rassegna ribadisce che «il presupposto oggettivo dell’azione revocatoria ordinaria (cd. “eventus damni”) ricorre non solo nel caso in cui… Leggi tutto »

Il Protocollo di intesa tra CNF, CSM e Consiglio nazionale psicologi

Il 12/03/2019 il CNF, unitamente a CSM ed al Consiglio Nazionale dell’Ordine degli psicologi, ha approvato un nuovo protocollo in materia di armonizzazione degli albi dei periti e dei consulenti tecnici del settore. Lo scopo principale del Protocollo d’intesa è quello di armonizzare, appunto, gli albi per la nomina dello psicologo quale perito/consulente tecnico che abbia quella che… Leggi tutto »

Rapporti bancari e l’onere di allegazione della banca In nota a sentenza Cass. Civ., SS.UU. 13/06/2019, n. 15895

In tema di rapporti bancari sono intervenute le Sezioni Unite con la sentenza Cass. Civ., SS.UU., 13/06/2019, n. 15895 in cui la questione posta all’esame si incentrava sulla delimitazione dell’onere di allegazione gravante sull’istituto di credito che, convenuto in giudizio, volesse opporre l’eccezione di prescrizione al correntista che abbia esperito l’azione di ripetizione di somme indebitamente pagate (nella… Leggi tutto »

Rapporti bancari e ripetizione dell’indebito oggettivo: decorrenza degli interessi secondo le Sezioni Unite In nota a Sezioni Unite 13/06/2019, n. 15895

In materia di indebito oggettivo sono intervenute le Sezioni Unite che con la decisione depositata il 13/06/2019, n. 15895 hanno statuito il seguente principio di diritto: «ai fini del decorso degli interessi in ipotesi di ripetizione d’indebito oggettivo, il termine “domanda”, di cui all’art. 2033 c.c., non va inteso come riferito esclusivamente alla domanda giudiziale ma comprende, anche,… Leggi tutto »

E’ a carico dell’Erario il compenso del genitore irreperibile Corte Cost., 31/05/2019, n. 135

Nel corso di una procedura aperta su istanza di liquidazione di onorari per l’attività professionale svolta dal richiedente quale difensore di ufficio di una genitrice irreperibile, nel giudizio per la dichiarazione di adottabilità del suo figlio minore, l’adito Tribunale per i minorenni di Bari, in composizione collegiale, premessane la rilevanza al fine del decidere, ha sollevato, con ordinanza,… Leggi tutto »

Notificazione della sentenza: unicità di decorrenza del termine breve per attore e convenuto Nota a Cass. Civ., SS. UU., 014/03/2019, n. 6278/2019

Le Sezioni Unite della Cassazione, a risoluzione di contrasto, hanno affermato che, «nell’ipotesi di notificazione della sentenza ai sensi dell’art. 326 c.p.c., il termine breve di impugnazione di cui al precedente art. 325 decorre, anche per il notificante, dalla data in cui la notifica viene eseguita nei confronti del destinatario, in quanto gli effetti del procedimento notificatorio, quale… Leggi tutto »

Notifiche a mezzo U.G.: il termine perentorio è rispettato con la consegna all’ufficiale giudiziario Nota a Cass. Civ., III, ordinanza 07/03/2019, n. 6603 - Presidente Armano - Relatore Sestini

In un giudizio per la declaratoria della inefficacia ex art. 2901 CC della vendita di alcuni immobili, il giudice di primo grado aveva ordinato l’integrazione del contraddittorio nei confronti dei figli dei convenuti, assegnando a tal fine un termine perentorio per la notifica del relativo atto. L’atto di integrazione veniva consegnato agli ufficiali giudiziari entro il termine assegnato,… Leggi tutto »

Il disegno di legge di delega per riformare, tra l’altro, anche il diritto di famiglia In nota a Consiglio dei Ministri n. 48 del 28/02/2019

Nella seduta n. 48 del 28/02/2019, il Consiglio dei Ministri ha approvato un disegno di legge di delega in favore del Governo al fine di adottare importanti modifiche legislative in diverse materie, tra cui, quella del diritto civile e di famiglia. In altre parole, se e quando il Parlamento approverà il citato disegno di legge di delega, ciò… Leggi tutto »

Foglio di P.C.: non è propriamente un “atto (endo)processuale”. Ammissibile il deposito cartaceo

Il foglio di precisazione delle conclusioni (cosiddetto foglio di p.c.) è o non è un atto processuale, in specie endo-procedimentale? E, in tal caso, il deposito dello stesso è o non è soggetto all’obbligatorietà del deposito telematico? Il Giudice di Milano, Dr. L. Buffone, ha chiarito un concetto che per nelle menti di tanti operatori del diritto era… Leggi tutto »