Category Archives: Diritto civile in genere

Notificazione della sentenza: unicità di decorrenza del termine breve per attore e convenuto Nota a Cass. Civ., SS. UU., 014/03/2019, n. 6278/2019

Le Sezioni Unite della Cassazione, a risoluzione di contrasto, hanno affermato che, «nell’ipotesi di notificazione della sentenza ai sensi dell’art. 326 c.p.c., il termine breve di impugnazione di cui al precedente art. 325 decorre, anche per il notificante, dalla data in cui la notifica viene eseguita nei confronti del destinatario, in quanto gli effetti del procedimento notificatorio, quale… Leggi tutto »

Notifiche a mezzo U.G.: il termine perentorio è rispettato con la consegna all’ufficiale giudiziario Nota a Cass. Civ., III, ordinanza 07/03/2019, n. 6603 - Presidente Armano - Relatore Sestini

In un giudizio per la declaratoria della inefficacia ex art. 2901 CC della vendita di alcuni immobili, il giudice di primo grado aveva ordinato l’integrazione del contraddittorio nei confronti dei figli dei convenuti, assegnando a tal fine un termine perentorio per la notifica del relativo atto. L’atto di integrazione veniva consegnato agli ufficiali giudiziari entro il termine assegnato,… Leggi tutto »

Il disegno di legge di delega per riformare, tra l’altro, anche il diritto di famiglia In nota a Consiglio dei Ministri n. 48 del 28/02/2019

Nella seduta n. 48 del 28/02/2019, il Consiglio dei Ministri ha approvato un disegno di legge di delega in favore del Governo al fine di adottare importanti modifiche legislative in diverse materie, tra cui, quella del diritto civile e di famiglia. In altre parole, se e quando il Parlamento approverà il citato disegno di legge di delega, ciò… Leggi tutto »

Foglio di P.C.: non è propriamente un “atto (endo)processuale”. Ammissibile il deposito cartaceo

Il foglio di precisazione delle conclusioni (cosiddetto foglio di p.c.) è o non è un atto processuale, in specie endo-procedimentale? E, in tal caso, il deposito dello stesso è o non è soggetto all’obbligatorietà del deposito telematico? Il Giudice di Milano, Dr. L. Buffone, ha chiarito un concetto che per nelle menti di tanti operatori del diritto era… Leggi tutto »

Detraibilità dell’indennità da assicurazione contro i danni Cass. Civ., SS.UU., 22/05/2018, n. 12565

«II danno da fatto illecito deve essere liquidato sottraendo dall’ammontare del danno risarcibile l’importo dell’indennità assicurativa derivante da assicurazione contro i danni che il danneggiato-assicurato abbia riscosso in conseguenza di quel fatto». E’ quanto ha stabilito la Cassazione a Sezioni Unite in una recente pronuncia che segnaliamo che riguarda il noto caso della tragedia aerea di Ustica che… Leggi tutto »

Mancata consegna delle foto del matrimonio, escluso il danno non patrimoniale Cass. Civ., sez. III, 29/05/2018, n. 13370

«Il diritto a ricordare il giorno del matrimonio attraverso documentazione fotografica non costituisce, di per sé, un diritto fondamentale della persona tutelato a livello costituzionale; si tratta di un diritto inidoneo ad essere fonte di un obbligo risarcitorio in relazione al danno non patrimoniale». Ad affermarlo è la Terza Sezione della Cassazione nella sentenza 29/05/2018, n. 13370. L’antefatto… Leggi tutto »

Detrazione Iva per ristrutturazione: riconosciuta anche se l’immobile è di proprietà di terzi Cass. Civ., SS.UU., 11/05/2018, n. 11533

«Il diritto alla detrazione IVA per lavori di ristrutturazione o manutenzione deve essere riconosciuto anche per gli immobili di proprietà di terzi, purché sia presente un nesso di strumentalità con l’attività d’impresa o professionale, anche se quest’ultima sia potenziale o di prospettiva e finanche se – per cause estranee al contribuente – la predetta attività non abbia poi… Leggi tutto »

Patente a punti e omessa comunicazione delle generalità del guidatore Cass. Civ., sez. II, 18/04/2018, n. 9555

«Ai fini dell’applicazione dell’art. 126 bis del codice della strada occorre distinguere il comportamento di chi si disinteressi della richiesta di comunicare i dati personali e della patente del conducente, non ottemperando, così, in alcun modo all’invito rivoltogli (contegno per ciò solo meritevole di sanzione) e la condotta di chi abbia fornito una dichiarazione di contenuto negativo, sulla… Leggi tutto »

Coniuge prodigo? Un’ipotesi di amministrazione di sostegno In nota a ordinanza Cass. Civ., Sez. I, 07/03/2018, 5492

La prodigalità è un comportamento abituale caratterizzato da larghezza nello spendere, nel regalare o nel rischiare eccessivamente rispetto alle proprie condizioni socioeconomiche ed al valore oggettivamente attribuibile al denaro. Ai sensi dell’art. 415 c.c., indipendentemente da una sua derivazione da specifica malattia o comunque infermità, e, quindi, anche quando si traduca in atteggiamenti lucidi, espressione di libera scelta… Leggi tutto »