Category Archives: A come Avvocati

Indetto concorso per n. 330 magistrati ordinari

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, 4^ Serie  Speciale, Concorsi ed esami, del 16/11/2018, n.91, il concorso indetto per n. 330 posti per magistrato ordinario. La scadenza per l’inoltro delle domande è il 16/12/2018. Ai sensi dell’art. 2 i requisiti per l’ammissione al concorso sono che l’aspirante: «a. sia cittadino italiano; b. abbia l’esercizio dei diritti civili; c. sia di… Leggi tutto »

Share

E’ di competenza del giudice del domicilio del debitore la controversia sul compenso professionale che non sia stato determinato all’atto del conferimento dell’incarico Cass. Civ., II, 24/10/2018, n. 26985

  «L’obbligazione avente ad oggetto il pagamento, in favore di un avvocato, del compenso professionale che non sia stato determinato all’atto del conferimento dell’incarico va adempiuta al domicilio del debitore, ai sensi dell’art. 1182, comma 4, c.c., trattandosi di credito non liquido, poiché il titolo non determina né il suo ammontare né stabilisce criteri determinativi non discrezionali». A… Leggi tutto »

Share

La notifica irrituale a mezzo PEC non è necessariamente nulla se ha prodotto il suo scopo Cass. Civ., SS UU, 28/09/2018, n. 23620

La notifica in proprio a mezzo Pec di atti civili, amministrativi e stragiudiziali è consentita agli avvocati in base al combinato disposto degli artt. 1 e 3-bis L. 53/1994. Tale secondo articolo prevede infatti che nella notificazione con modalità telematica «il messaggio deve indicare nell’oggetto la dizione: «notificazione ai sensi della legge n. 53 del 1994» e che… Leggi tutto »

Share

Giudizio in Cassazione: ammissibile il deposito disgiunto dell’attestazione di conformità Cass. Civ., III, 11/10/2018, n. 25172

Per evitare la declaratoria di improcedibilità del ricorso in Cassazione, è necessario rispettare l’onere di deposito della copia autenticata del provvedimento impugnato unitamente alla relata di notificazione avvenuta tramite PEC. Nel caso in cui la relata non venga depositata unitamente alla copia analogica – con attestazione di conformità – della decisione impugnata, è possibile procedere con un successivo… Leggi tutto »

Share

PCT: nuovo messaggio di esito per il deposito atti

Nella pagina del PST giustizia, i giorni scorsi, a seguito delle importanti modifiche relative ai nuovi XSD, è stata pubblicata una comunicazione concernente il nuovo messaggio di esito per il deposito degli atti dal seguente tenore: «Si comunica che gli aggiornamenti applicati nello scorso fine settimana ai sistemi del settore civile contengono importanti modifiche relative ai nuovi XSD… Leggi tutto »

Share

Abilitazione alla professione forense 2018: nuovi bandi

Nella Gazzetta Ufficiale, Concorsi ed Esami,  n. 72 dell’ 11/09/ 2018 è stato pubblicato l’Avviso: Bando di esame di abilitazione all’esercizio della professione forense relativo alla sessione 2018. Di seguito riportiamo il testo pubblicato in G.U. di interesse per gli aspiranti avvocati. «IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA Visti il regio decreto-legge 27 novembre 1933, n. 1578, convertito con modificazioni… Leggi tutto »

Share

Privacy: il vademecum dell’Unione Triveneta

Cari amici, Vi segnaliamo un documento elaborato dall’Unione Triveneta dei Consigli degli Ordini degli Avvvocati. Si tratta del Vademecum Privacy per gli avvocati, che vi riportiamo qui di seguito e che è particolarmente utile per consentire agli avvocati di conformarsi alle nuove regole dettate in tema di privacy dal GDPR (Regolamento UE 2016/679 in tema di protezione dei… Leggi tutto »

Share

L’ok definitivo delle Sezioni Unite agli studi legali multidisciplinari e con soci …. di capitali in nota a Cass. Civ., S.U., 19/07/2018, n. 19282

Con la sentenza Cass. Civ., 19/07/2018, n. 19282 le Sezioni Unite in questi giorni si sono definitivamente pronunciate sullo scottante tema dell’ammissibilità, o meno, della partecipazione in qualità di soci di uno studio legale, soggetti, professionisti o società, non necessariamente iscritti all’albo forense. E con la citata sentenza S.U. 19282/2018 la Cassazione sul punto statuisce che: «dal 1.1.2018… Leggi tutto »

Share

Le circostanze di tempo e luogo di una infrazione, non essendo riferibili ad alcuna specifica persona fisica, non costituiscono dati personali Cass. Civ., Sez. II, 12/07/2018, n. 18500

«Il numero di targa e la conseguente intestazione del veicolo costituisce un dato pubblico, reperibile presso il PRA. In assenza di indicazione del conducente non possono inoltre qualificarsi come dati personali, le circostanze di tempo e luogo dell’infrazione, non essendo riferibili ad alcuna specifica persona fisica, ma al veicolo». La massima sopra citata è stata estrapolata dalla recente… Leggi tutto »

Share