Avv. Claudia Gianotti

Avv. Claudia Gianotti

Avvocato, nata a Pesaro il 08 settembre 1982. Iscritta all’Albo degli Avvocati di Pesaro dal 2011. Autrice e componente della redazione. Cura, in particolare, la sezione fiscale di Ragionando_weblog - ISSN 2464-8833

Author Archives: Avv. Claudia Gianotti

“REPLAY”- 2017: La notifica della sentenza a mezzo pec effettuata dal cancelliere è idonea a far decorrere il termine breve per impugnare Cass. Civ., Sez. I, 20/04/2017 n. 9974

La notifica del testo integrale della sentenza reiettiva del reclamo avverso la sentenza dichiarativa di fallimento, effettuata dal cancelliere mediante posta elettronica certificata (PEC), è idonea a far decorrere il termine breve per l’impugnazione in cassazione ex art. 18, comma 14, l.fall., non ostandovi il nuovo testo dell’art. 133, comma 2, c.p.c.  secondo il quale la comunicazione del… Leggi tutto »

“REPLAY”- 2017: Rottamazione cartelle e giudizi in corso: condanna alle spese in caso di soccombenza virtuale Cass. Civ., Sez. VI, ord. n. 8377 del 31/03/2017

L’adesione alla cd. rottamazione delle cartelle prevista dal D.L. 193/2016 comporta l’estinzione dell’eventuale giudizio concorso, ma prevede in ogni caso la condanna del contribuente al pagamento delle spese processuali, in ragione della cd. soccombenza virtuale se le eccezioni svolte nel corso del giudizio risultino infondate. Così ha recentemente statuito la Suprema Corte, VI Sezione Civile, con l’ordinanza n.… Leggi tutto »

“REPLAY”- 2017: Relata priva di firma digitale: la notifica a mezzo pec è valida Cass. Civ., sez VI-1, ord. n. 6518 del 14/03/2017

La notifica a mezzo pec di un atto processuale non può dichiararsi nulla nel caso di mancata apposizione della firma digitale sulla relata, in quanto in tale tipologia di notifica, la mancata forma digitale della relata non lascia alcun dubbio sulla riconducibilità alla persona del difensore mittente del messaggio pec, attraverso la sua indicazione e l’accostamento di quel… Leggi tutto »

“REPLAY”- 2017: La causa di non punibilità per i reati tributari in materia di imposte sui redditi e iva si applica anche ai procedimenti in corso Nota a Cass.Pen, Sez. IV, n. 11417 del 09/03/2017

La causa di non punibilità introdotta dall’art. 11 del D. LGS. 158/2015 – la quale prevede l’estinzione dei reati tributari in materia di imposte sui redditi e iva nel caso in cui, prima della dichiarazione di apertura del dibattimento,  i debiti tributari, comprensivi di interessi, sanzioni e spese, vengano integralmente pagati – si applica anche ai procedimenti  in… Leggi tutto »

“REPLAY”- 2017: Notifica a mezzo pec: valida anche per chi non apre la casella di posta Nota a Cass. Civ., Sez. VI, ord. n. 7390 del 22/03/2017

La notifica a mezzo pec del ricorso per la dichiarazione di fallimento e del relativo decreto di fissazione udienza è valida e non compromette il diritto di difesa della fallenda, anche nel caso in cui quest’ultima non abbia avuto tempestiva conoscenza della pendenza del ricorso per aver aperto la propria casella di posta elettronica tardivamente. Così ancora la… Leggi tutto »

“REPLAY”- 2017: Accertamento presuntivo reddito impresa di ristorazione: attenzione al numero di tovaglioli consumati! Cass. Civ, Sez. V Tributaria, 07/12/2016 n. 25129

Vita dura per bar e ristoranti: gli accertamenti fiscali presuntivi del reddito  potranno essere effettuati sulla base del consumo unitario di tovaglioli utilizzati o del consumo di acqua minerale. Ciò è, infatti, è quanto ha ritenuto la Suprema Corte con la sentenza n. 25129 del 07/12/2016. Il caso Destinataria di avvisi di accertamento in ambito IVA e IRAP,… Leggi tutto »

“REPLAY”- 2017: Agevolazione “prima casa”: il beneficio permane anche se si costruisce su un terreno già di proprietà Risoluzione n. 13 Agenzia delle Entrate del 26/01/2017

L’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 13 del 26/01/2017 ha precisato i confini entro i quali non si decade dalle agevolazioni fiscali godute per l‘acquisto della cd. prima casa in caso di vendita della medesima prima del decorso di cinque anni dall’acquisto. Infatti, ai sensi del comma 4 della Nota II-bis dell’articolo 1 della Tariffa parte I… Leggi tutto »

“REPLAY”- 2017: Anche le sentenze tributarie sono (finalmente) immediatamente esecutive! Nota a CTR Lombardia, Sez./Collegio n. 27, 13/12/2016 n. 6725

Le sentenze delle commissioni tributarie sono immediatamente e provvisoriamente esecutive ai sensi del novellato art. 69 del D. LGS. 546/1992, nonostante non siano ancora stati emanati i decreti ministeriali volti a disciplinare i contenuti delle garanzie da imporre ai privati che il giudice può richiedere nei casi in cui l’importo da pagare sia superiore a 10.000 euro. Ciò… Leggi tutto »

“REPLAY”- 2017: Ricorso ex art. 111 Cost. avverso provvedimento negativo sulla domanda di concordato preventivo: è ammissibile? Cass. Civ., SS.UU., 28/12/2016, n. 27073

Le Sezioni Unite della Suprema Corte con la sentenza n. 27073 del 28/12/2016 affrontano il tema della possibilità di esperire il ricorso straordinario in Cassazione ai sensi dell’art. 111 Cost. nei casi in cui alla domanda di concordato preventivo faccia seguito un decreto negativo del Tribunale che, dunque, faccia arrestare la procedura di concordato preventivo. La problematica è,… Leggi tutto »

L’opposizione all’atto di pignoramento in caso di omessa notifica della cartella si propone al giudice tributario Cass. Civ, SS. UU., n. 13913 del 05/06/2017

In materia di esecuzione forzata tributaria, l’opposizione agli atti esecutivi riguardante l’atto di pignoramento, che si assume viziato per l’omessa o invalida notificazione della cartella di pagamento (o degli altri atti presupposti dal pignoramento), è ammissibile e va proposta – ai sensi del D.Lgs. n. 546 del 1992, art. 2, comma 1, secondo periodo, art. 19, D.P.R. n.… Leggi tutto »