Assegno divorzile … aspettando le Sezioni Unite

Mentre si attende con una certa ansia la decisione delle Sezioni Unite civili della Suprema Corte sulla questione dell’assegno divorzile, le singole Sezioni, come la Sez. VI (quella nella specie), continuano a confermare l’orientamento introdotto dalla ormai famosa sentenza 11504/2017.

Infatti, in un caso in cui la ex moglie si è vista fortemente ridurre il proprio assegno divorzile, ha impugnato la sentenza lamentando la mancata valutazione da parte del giudice territoriale del tenore di vita, e precisamente denunciando

«la violazione e la falsa applicazione della L. 1 dicembre 1970, n. 898, art. 5, sostenendo che, nel procedere alla valutazione delle condizioni economiche delle parti, la sentenza impugnata non ha tenuto conto della disparità delle rispettive posizioni, non avendo considerato che, a seguito della separazione, essa ricorrente non è in grado di mantenere autonomamente il tenore di vita pregresso…».

Tuttavia, il riferimento al tenore di vita pregresso, forse non è stata una scelta fortunata perchè la VI Sezione con la sentenza 14231/2018 che qui si segnala ha respinto il ricorso della ex coniuge ritenendolo infondato

«nella parte in cui invoca il tenore di vita pregresso, quale parametro di riferimento per la commisurazione dell’assegno divorzile, la censura è infondata, avuto riguardo al più recente orientamento della giurisprudenzadi legittimità, secondo cui l’inadeguatezza dei mezzi economici a disposizione del richiedente, al cui accertamento la L. n. 898 del 1970, art. 5 subordina il riconoscimento del contributo in questione, dev’essere valutata con esclusivo riferimento all’indipendenza o autosufficienza economica dello stesso (cfr. Cass., Sez. 6, 9/10/2017, n. 23602; Cass., Sez. 1, 10/05/2017, n. 11504)».

Insomma, la Suprema Corte conferma che il parametro di riferimento per il riconoscimento dell’assegno divorzile, non è il tenore di vita manente matrimonio, ma la sussistenza o meno dell’indipendenza o autosufficienza economica dell’ex coniuge richiedente.

Documenti & materiali

Scarica la sentenza Cass. Civ., Sez. VI, 04/06/2018, n. 14231

     

Articolo pubblicato su Ragionando_weblog, Il notiziario giuridico indipendente v. 4.0 – ISSN 2464-8833. Liberamente utilizzabile, citandone fonte e autore. Potete citare questo articolo come segue:

Assegno divorzile … aspettando le Sezioni Unite
di Avv. Daniela Gattoni, in Ragionando_weblog, 13/06/2018, http://www.jusdicere.it/Ragionando/assegno-divorzile-aspettando-le-sezioni-unite/.

Share
Avv. Daniela Gattoni
Author: Avv. Daniela Gattoni

Avvocato, nata a Pesaro il 20 agosto 1963. Iscritto all’Albo degli Avvocati di Pesaro dal 1992. Abilitata al patrocinio dinanzi alle magistrature superiori dal 2004. Autrice e componente della redazione. Cura, in particolare, la sezione famiglia di Ragionando_weblog - ISSN 2464-8833.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *